Il fac-simile della scheda elettorale
Il fac-simile della scheda elettorale

Bondeno (Ferrara), 17 settembre 2020 - Continuità o cambio di rotta? È questa la scelta che si troveranno di fronte gli 11.545 elettori bondenesi che saranno chiamati alle urne il 20 e 21 settembre prossimi.

I candidati

A rappresentare la continuità sarà il candidato sindaco Simone Saletti (sostenuto dalle liste ‘E… Avanti!’, Lega, Fratelli d’Italia e Civica per Saletti), con una lunga esperienza amministrativa alle spalle e che, attualmente, sta ricoprendo il ruolo di sindaco facente funzione, dopo il passaggio di Fabio Bergamini in Consiglio regionale. Proprio Saletti è chiamato a proseguire nel solco tracciato da Alan Fabbri nel 2009, e consolidato tra il 2015 e il 2020 da Fabio Bergamini. Per tentare di interrompere questa ‘striscia’, ha deciso di rimettersi in gioco l’ex primo cittadino Davide Verri, che ha governato la città matildea per due legislature (tra il 1999 e il 2009), e che si presenterà alla guida della lista civica ‘Davide Verri Sindaco’ per un terzo mandato.

Ciò che lo ha spinto ad intraprendere questa nuova avventura è il timore che Bondeno si adagi «in un sistema sedimentato», anziché affrontare temi in maniera aperta e condivisa. Il centrosinistra si affida a Tommaso Corradi, sostenuto dalle liste ‘Bondeno in testa’ e Partito Democratico, ex segretario comunale dem e consigliere comunale di opposizione nell’ultima legislatura, che sostiene la necessità di un rilancio del territorio, puntando su scuola, sanità e attenzione alle frazioni.

In campo ci sarà anche Salvatore Patti, con la lista Federazione Popolo Sovrano, che si è presentato come alternativa ai partiti tradizionali puntando sulla necessità di servizi sociali più efficienti, sicurezza, manutenzioni e contrasto all’abbandono di rifiuti. Oltre a completare il percorso legato alla ricostruzione post-sisma del 2012 e il sostegno alle imprese che dovranno fronteggiare gli effetti dell’emergenza sanitaria, una delle sfide che erediterà la futura amministrazione bondenese è quella legata all’andamento demografico che ha visto un decremento della popolazione di circa mille abitanti nel giro di una decina d’anni: dai 15.116 del 2011 ai 14.065 attuali.

LEGGI ANCHE Elezioni e referendum 2020, quando e dove si vota in Emilia Romagna

Ecco il fac-simile della scheda elettorale

 

Quando si vota

Si vota domenica 20 settembre 2020 dalle 7 alle 23 e lunedì 21 settembre 2020 dalle 7 alle 15. L'eventuale turno di ballottaggio è in programma  domenica 4 ottobre 2020 dalle 7 alle 23 e lunedì 5 ottobre 2020 dalle 7 alle 15.

I documenti per votare

Per essere ammessi al voto è indispensabile per l'elettore, presentarsi al seggio con la tessera elettorale personale e un documento di riconoscimento. In mancanza di un idoneo documento, l'identificazione può avvenire anche attraverso uno dei componenti del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identità apponendo la propria firma nell'apposita colonna della lista elettorale; oppure altro elettore del Comune (con documento valido), che ne attesti l'identità apponendo la propria firma nell'apposita colonna della lista elettorale. 

Dove si vota

Si avvisano gli elettori di Bondeno e Scortichino che in occasione della tornata elettorale del 20 e 21 settembre 2020 è prevista una nuova ubicazione dei seggi elettorali che sarà la seguente: per Bondeno capoluogo, i seggi n. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 11, 14 e 18, saranno collocati in Piazza Aldo Moro, 10 (ex scuole elementari); per Scortichino, i seggi n. 16 e 17, saranno collocati in Via Domenico Cimarosa, 27 (ex scuole elementari).

Come si vota

Nei Comuni con più di 15.000 abitanti si vota con una sola scheda, sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano. Il cittadino può esprimere il proprio voto in tre modi diversi: tracciando un segno solo sul simbolo di una lista, assegnando in tal modo la propria preferenza alla lista contrassegnata e al candidato sindaco da quest'ultima appoggiato; tracciando un segno sul simbolo di una lista, eventualmente indicando anche la doppia preferenza di genere; tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato sindaco non collegato alla lista votata: così facendo si ottiene il cosiddetto 'voto disgiunto'; tracciando un segno solo sul nome del sindaco, votando così solo per il candidato sindaco e non per la lista o le liste a quest'ultimo collegate.

E’ eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno). Qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare la seconda domenica successiva per scegliere tra i due candidati che al primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti (ballottaggio). In caso di parità di voti al primo turno, verrà ammesso al ballottaggio il candidato alla lista più votata (maggiore cifra elettorale) e, in caso di ulteriore parità, verrà ammesso il più anziano di età (gli stessi criteri saranno usati in caso di parità nel ballottaggio).
 

Voto e misure anti Covid

Per prevenire il rischio di contagio da Covid-19 e, contemporaneamente, garantire il regolare svolgimento del procedimento elettorale, i ministri dell'Interno e della Salute hanno sottoscritto un protocollo sanitario e di sicurezza da applicare in occasione delle consultazioni referendarie e delle elettive suppletive, regionali e comunali del 20 e del 21 settembre 2020.

Gli elettori per poter esercitare il diritto di voto dovranno: presentarsi ai seggi elettorali indossando la mascherina; mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro dalle altre persone; evitare in ogni modo aggregazioni o affollamenti; mantenere la distanza di sicurezza di almeno 2 metri nel caso in cui venga richiesto dal presidente di seggio di togliersi la mascherina per il riconoscimento; igienizzare le mani con i prodotti che saranno messi a disposizioni di tutti gli elettori, sia prima della consegna della scheda e della matita per il voto, sia dopo l’espressione del voto; inserire direttamente la scheda votata e correttamente ripiegata all’interno dell’urna; trattenersi all’interno della sede del seggio elettorale il tempo minimo e indispensabile per esercitare il proprio voto.

Le persone con una temperatura corporea superiore a 37,5° non potranno accedere alle sedi di seggio elettorale; la temperatura corporea non verrà rilevata all’ingresso delle sedi di seggio elettorale, pertanto si farà affidamento sul senso civico degli elettori.

Voto domiciliare per chi è in quarantena o isolamento fiduciario

Anche le persone in isolamento fiduciario, quarantena, trattamento domiciliare o a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni, non possono recarsi a votare, ma potranno richiedere il voto domiciliare. Tra il 10 e il 15 settembre 2020, l’elettore deve far pervenire al Comune una dichiarazione di attestazione di volontà di esprimere il voto presso il proprio domicilio. La dichiarazione va corredata di: certificato attestante l’esistenza delle suddette condizioni, rilasciato da funzionario medico designato dai competenti organi dell’ Asl., in data non anteriore al 6 settembre 2020. Copia del documento di identità del dichiarante.  Il voto verrà raccolto presso il domicilio dell’elettore nella giornata delle elezioni da un apposito seggio elettorale composto da un Presidente di seggio, da uno scrutatore e da un segretario.

Rilascio tessere elettorali

In vista delle elezioni amministrative e delle consultazioni referendarie previste per il 20 e 21 settembre, l'Ufficio Elettorale del Comune di Bondeno invita gli elettori a verificare la disponibilità di spazi sulla propria tessera elettorale. In caso di esaurimento degli spazi o di smarrimento della tessera elettorale, gli elettori sono invitati a richiederne un nuovo rilascio, per sé e per eventuali familiari, all'Ufficio elettorale situato in piazza Garibaldi n. 1, aperto nelle giornate dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 12,30. Per ragioni legate all'emergenza sanitaria Covid-19, si potrà accedere all'Ufficio solo su appuntamento, da richiedere attraverso una delle seguenti modalità: telefonando ai numeri  0532 899211-282-263-219 numero verde 800 219 985; inviando una mail all'indirizzo elettorale@comune.bondeno.fe.it e lasciando un recapito telefonico per essere al più presto ricontattati. In aggiunta, ed esclusivamente per il rilascio delle tessere elettorali, l'ufficio elettorale rimane aperto in via straordinaria e senza appuntamento anche nei seguenti giorni e orari: venerdì 18 settembre dalle 9 ALLE 18; sabato 19 settembre dalle 9 alle 18; domenica 20 settembre dalle 7 alle 23. Lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15. Per ragioni legate all'emergenza sanitaria Covid-19, si potrà accedere all'Ufficio uno per volta e comunque nel rispetto dei protocolli anti Covid-19 facendo uso di mascherina e mantenendo il distanziamento sociale.

v.f.