Il premier Matteo Renzi (Lapresse)
Il premier Matteo Renzi (Lapresse)

Ferrara, 25 ottobre 2016 - "Quella di Goro e Gorino è una vicenda difficile da giudicare. Da un lato c'è un atteggiamento di comprensione ma non di condivisione per una situazione difficile, verso una parte della popolazione che è molto stanca, ed è preoccupata per le notizie di nuovi arrivi. Ma dall'altro lato stiamo parlando di donne e bambini. Forse è mancato qualcosa sia da parte nostra, dello Stato ma anche di dialogo nel merito. Ma voglio essere chiaro: l'Italia che conosco io, quando ci sono 11 donne e 8 bambini si fa in quattro per risolvere il problema".

Questo il commento del premier Matteo Renzi che ha commentato a 'Porta a Porta' la vicenda del ferrarese, dove le proteste della popolazione hanno impedito di accogliere  (leggi la cronaca delle proteste di ieri e guarda le FOTO) un piccolo gruppo di migranti.  Le donne sono state sistemate a Comacchio (4), a Fiscaglia (4) e le altre a Ferrara. Sono cittadine provenienti dalla Nigeria, Nuova Guinea e Costa d'Avorio (VIDEO).  Il prefetto di Ferrara, è intervenuto sulla vicenda, definendola "un episodio tristissimo", e spiegando il dietrofront fatto dopo le proteste dei cittadini: "Non potevamo certo manganellare i manifestanti".  Sul fronte politico, è la polemica aperta fra il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, e il capogruppo leghista Alan Fabbri.

image