Comacchio (Ferrara), 16 ottobre 2014 - Era nell'aria da tempo, ma adesso è diventato ufficiale. Marco Fabbri, sindaco di Comacchio, è stato espulso dal Movimento Cinque Stelle. A portare il leader Beppe Grillo a questa scelta è stata la decisione del sindaco comacchiese di candidarsi nel 'listone' della Provincia insieme ai sindaci di altri partiti, contrariamente all'orientamento del Movimento.

E, dopo l'insediamento ufficiale del primo consiglio provinciale e addirittura la delega al Turismo consegnata a Fabbri, la notizia rimbalza dal blog di Grillo alle agenzie di stampa: "Il sindaco di Comacchio Marco Fabbri, eletto con il MoVimento 5 Stelle, si è candidato ed è stato eletto alleandosi con altri partiti alle elezioni provinciali", si legge sul blog. Dove si precisa: "Il M5S rifiuta per statuto la partecipazione alle elezioni provinciali e Fabbri, in quanto sindaco M5S, non poteva concorrere per altre cariche. La certificazione della lista di Comacchio è revocata. Fabbri è fuori dal M5S".