Il derby Spal - Bologna (foto Schicchi)
Il derby Spal - Bologna (foto Schicchi)

Ferrara, 20 gennaio 2019 -  La Spal tiene il punto. In tutti i sensi. Al Mazza finisce 1-1 il derby tra ferraresi e Bologna (foto). Un gol per tempo: Palacio per gli ospiti al 23’ del primo tempo, Kurtic al 18’ della ripresa. Nella sfida salvezza mister Semplici ottiene due risultati: tiene a bada i cugini che rincorrono e mette in banca gli scontri diretti dopo la vittoria dell’andata.

SPAL BOLOGNA_36385688_154127

La differenza, nel primo tempo, la fa l’atteggiamento. Il Bologna scende in campo con il brio dei nuovi acquisti Sansone e Soriano. E si vede. Altra squadra rospetto a quella presa a schiaffi all’andata con il bolide di Kurtic. Semplici ha il compito, come minimo, di tenere a distanza i cugini e propone subito Viviano tra i pali. E si vede. Il portiere in un minuto vola e salva prima su Palacio poi su Soriano. Sospiro di sollievo. Ma la sensazione, dopo la coreografia della Ovest che ricorda il ritorno dello scorso anno con l’erroraccio del bolognese Destro al 94’, è che Inzaghi cerchi, da subito, i tre punti. La Spal è più loffia. Crea, ma solo di rimessa. Valdifiori dirige il traffico ma la squadra ha il fondoschiena troppo indietro. Vero, Antenucci impegna Skorupski due volte, poi Kurtic con una sciabolatina da fuori.

Ma la squadra aspetta, come se avesse deciso di lottare non per la gloria – con tutti i rischi del caso – ma per un pari. Questione di mente, che poi si riflette sul campo. Cross, solo uno, di Lazzari, sotto lo sguardo del ct azzurro Mancini. Il Bologna sembra lontano parente di quello visto in agosto. Soriano e Sansone, giocano, alla grande e il Bologna passa complice un errore di Vicari: il centrale perde palla in uscita, Palacio arpiona, osserva e mette nel sette. Al 23’ rossoblù avanti (0-1) e cappa di freddo sul Paolo Mazza.

Nel secondo tempo la Spal parte in bambola ma l’inerzia, come le valanghe, a volte parte da un sassolino. Felipe butta avanti, Petagna addomestica e serve per Antenucci, il capitano indovina la traiettoria. Il Mazza esplode ma il grido muore in gola, per il Var e l’arbitro Fabbri Petagna era in fuorigioco. Tutto come prima ma il vento cambia e la Spal c’è, alla grande. Finalmente. Al 18’ Lazzari allunga sulla destra e serve in mezzo dove Kurtic decide di infilare in testa l’alloro del guerriero, stacca ed è pari (1-1). Alla Spal va benissimo, al Bologna ancora in zona rossa no. Inzaghi butta in mischia Santander e Svamberg, Semplici Schiattarella e Paloschi. Finisce in pari ma la Spal deve fare i conti con Lazzari, uscito dal campo per un fastidio al flessore. Speriamo sia solo un fastidio, perché domenica si va a Parma.

Il tabellino della gara:

Spal-Bologna 1-1 

Spal (3-5-2): Viviano; Bonifazi, Vicari, Felipe; Lazzari (39’ st Cionek), Missiroli, Valdifiori (35’ st Schiattarella), Kurtic, Fares; Petagna (43’ st Paloschi), Antenucci. A disposizione: Gomis, Poluzzi, Simic, Valoti, Floccari, Moncini, Dickmann, Costa, Viviani. Allenatore: L. Semplici. 

Bologna (4-3-3): Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander, Dijks; Poli (33’ st Svanberg), Pulgar, Soriano; Orsolini (33’ st Santander), Palacio, Sansone. A disposizione: Da Costa, Gonzalez, De Maio, Nagy, Krejcì, Mattiello, Mbaye, Donsah, Destro, Okwonkwo. Allenatore: F. Inzaghi 

Arbitro: Fabbri di Ravenna. 
Reti: 24’ pt Palacio (B), 18’ st Kurtic (S) 
Ammoniti: Soriano (B), Valdifiori (S), Helander (B), Pulgar (B), Cionek (S) 
Note: Recupero: 2’ pt, 6’ st. 

Spal-Bologna rivivi qui la partita minuto per minuto - Serie A, risultati e classifica in tempo reale