La Spal ha vinto al Dall'Ara con un gol di Kurtic (Foto Alive)
La Spal ha vinto al Dall'Ara con un gol di Kurtic (Foto Alive)

Ferrara, 19 agosto 2018 - Il buongiorno si vede di sera. La Spal vince il derby alla prima di campionato e fa i conti con il tanto di buono visto a Bologna. Il gol vittoria di Kurtic, il senso di solidità e la sensazione che i nuovi siano a loro agio. Ma soprattutto Schiattarella, perfetto sulla poltrona (FOTO). A parte tre cambi è la Spal della passata stagione. Missiroli, con appena due allenamenti, al posto di Grassi - volato a Parma -, Fares al posto di Costa sulla sinistra e, soprattutto, la sequoia Petagna al posto dell’ombra (non rimpianta) di Borriello. La banda Semplici si presenta al Dall’Ara con il suo 3-5-2. Fa strano partire subito con il derby e sono diversi gli interrogativi. Petagna sarà il perno attorno al quale costruire le fortune? Lazzari, dopo avere giurato amore, riuscirà a ripetere la stagione passata? Per rispondere basta vedere quel che succede al terzo minuto.

Petagna arpiona palla, gli avversari rimbalzano contro e via per Lazzari. Spunti, anzi strappi, per evitare di lasciare a mister Inzaghi l’arte delle ripartenze. Come al 4’, quando dalla sinistra i padroni di casa accelerano e servono per Santander. Prove di dialogo in corso tra Antenucci e Petagna. Il capitano è obbligato a trovare spazio vitale tra le linee e il colosso randella. Ma è un lavoro tutto, troppo, in verticale. Fares e Lazzari stanno coperti, badano più a tamponare. A strappi funziona anche il nuovo metodo Semplici, quello di giocare alti e cercare palla il più avanti possibile. Però le occasioni, nel primo tempo, nascono da distanze siderali. Al 32’ stacco di testa di Petagna dopo la galoppata di Lazzari. Quattro minuti dopo Missiroli cerca il coast to coast poi spara altissimo.

Le trame sono ancora da lavori in corso. Certo, c’è tanto fare, anche perché quattro occasioni gol lasciate nella prima frazione al Bologna. La solidità, si diceva. La Spal pare squadra più sicura di sé e lo vedi dal tentativo di alzare la manovra a partire dai difensori. La squadra sta alta e Schiattarella ha ossigeno per servire Petagna (11’st) che col mancino impegna Skorupski. Il Bologna stenta. Senza Verdi e Di Francesco è durissima per Inzaghi. La Spal c’è, alla grande e fa godere il suo popolo al 25’ con Kurtic. Lo sloveno spara un missile all’incrocio dei pali (0-1). Il Bologna ci prova in qua e in là ma la Spal, questa Spal, ha voglia di essere grande.