Spal-Fiorentina: il gol di Petagna illude i biancazzurri (Foto Newpress)
Spal-Fiorentina: il gol di Petagna illude i biancazzurri (Foto Newpress)

Ferrara, 17 febbraio 2019 - Nel ‘lunch match’ della ventiquattresima giornata, la Fiorentina cala il poker sul campo della Spal (foto) che rimedia quindi la seconda sconfitta consecutiva. Al ‘Mazza’ però va in scena il teatro dell’assurdo, con l’arbitro Pairetto che intorno alla mezz’ora della ripresa cambia letteralmente il corso della partita. Nel giro di una manciata di minuti interminabili infatti si passa dal 2-1 per la Spal all’1-2 per la Viola in seguito alla contestatissima assegnazione di un calcio di rigore per fallo di Felipe su Chiesa (attraverso il Var) quando tutto lo stadio stava festeggiando la rete del vantaggio firmata da Valoti.

Una situazione surreale, che ha inevitabilmente condizionato il finale di gara. Dopo il penalty trasformato da Veretout infatti la squadra di Pioli ha arrotondato il punteggio con un micidiale contropiede di Simeone e un rigore in movimento di Gerson (su sanguinosa palla persa di Valoti). La direzione arbitrale di Pairetto – che già in passato penalizzò la Spal in maniera clamorosa – fa passare in secondo piano l’andamento di una partita piacevole, che si era sviluppata in maniera divertente. Nel primo tempo la Fiorentina parte forte ma non sfonda, poi la Spal perde Lazzari per infortunio ma tiene duro e sblocca il risultato con Petagna. Prima dell’intervallo però la Viola pareggia i conti con una fucilata di Edmilson Fernandes dal limite dell’area. In avvio di ripresa regna l’equilibrio, fino allo show di Pairetto (in collaborazione con gli addetti al Var) che lascia rabbia e amarezza nel popolo biancazzurro, che alla mezz’ora della ripresa sognava ad occhi aperti il ritorno alla vittoria casalinga e invece deve ancora fare i conti col tabù del ‘Mazza’.

La cronaca della partita azione per azione - Risultati e classifica in tempo reale

Semplici: "Mai vista una cosa del genere"
"Il VAR? Siamo i primi in tutto, non era mai successo che dopo un gol e 5 minuti circa venisse richiamata la VAR. Ma andiamo avanti per la nostra strada, dispiace perchè la squadra aveva fatto una buona gara contro una squadra forte". Così Leonardo Semplici, allenatore della Spal, commenta ai microfoni di DAZN la sconfitta contro la Fiorentina e l'episodio decisivo nel secondo tempo. "Siamo dispiaciuti, perchè perdere così fa male. L'episodio ha un po' innervosito i ragazzi, ma non era facile mantenere la calma. Non si doveva perdere così", ha aggiunto.

Ancora sull'episodio incriminato: "Non ci siamo mai lamentati, andiamo avanti senza fare polemiche anche se credo qualche problemino ci sia che gli addetti devono risolvere. Perchè se quello è un chiaro ed evidente errore....", ha dichiarato amaro Semplici. Sull'andamento della gara, il tecnico della Spal ha concluso: "La partita si era presentata subito in salita, senza Lazzari. La Fiorentina è una squadra in palla, ma abbiamo tenuto bene il campo non mollando nell'attenzione e nella voglia di fare il risultato. Poi l'episodio ha cambiato l'inerzia. Abbiamo subito il contraccolpo, ma dobbiamo essere più sereni in certe situazioni e ci deve servire di lezione per non abbandonare mai il campo e restare con la testa giusta".

SPAL FIORENTINA G_OBJ_FOTO_37051705

Il tabellino

SPAL-FIORENTINA 1-4
RETI: Petagna (S) al 36', Edmilson (F) al 44' pt, Veretout su rig. (F) al 34' , Simeone (F) al 35', Gerson (F) al 43' st.
SPAL (3-5-2): Viviano; Cionek, Felipe (Floccari dal 41' st), Bonifazi; Lazzari (Murgia dal 12' pt), Valoti, Valdifiori (Schiattarella dal 1' st), Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna. A disp. Gomis, Poluzzi, Simic, Regini, Vicari, Dickmann, Costa, Paloschi, Spina. All. Semplici.
FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Ceccherini (Laurini dal 1' st), Milenkovic, VItor Huho, Biraghi; Benassi (Simeone dal 26' st), Edimilson Fernandes (Dabo dal 37' st), Veretout; Chiesa, Muriel, Gerson. A disp. Terracciano, Brancolini, Norgaard, Pjaca, Hancko, Graiciar. All. Pioli.
Arbitro: Pairetto di Nichelino
Note: Ammoniti Edimilson (F), Veretout (F), Biraghi (F), Fares (S), Cionek (S), Antenucci (F).