Ferrara, 17 agosto 2018 - Nessun colpo di scena nell’ultimo giorno di mercato della Spal, che i fuochi d’artificio li aveva riservati nei giorni precedenti. L’ultima ufficialità ad arrivare è stata quella di Simone Missiroli, che il club biancazzurro ha strappato al Sassuolo per una cifra che si aggira sui 2,5 milioni di euro. L’ex bandiera neroverde ha firmato un contratto triennale: sarà l’interno sinistro titolare nella linea mediana di mister Semplici.

Nell’ultimo giorno di trattative, tutti i riflettori erano puntati su Federico Viviani, precipitato a terza scelta nelle gerarchie in cabina di regia. Ebbene, nonostante qualche timido sondaggio nessuno si è fatto realmente avanti per il playmaker cresciuto nella Roma, che all’inizio della sessione di mercato la Spal aveva riscattato dal Verona.

È restato anche Mattia Vitale, per il quale si era parlato a lungo di un trasferimento in Serie B, una categoria in cui invece sarà protagonista Sauli Vaisanen. Dopo essere stato ad un passo dall’Ascoli, il difensore finlandese ha accettato l’offerta dell’ambizioso Crotone.

Niente approdo a Ferrara nemmeno per Giulio Maggiore dello Spezia, che ha tenuto duro fino all’ultimo. Per il talento genovese l’arrivo in biancazzurro però è soltanto rimandato di 12 mesi, in quanto la Spal ha già l’accordo col ragazzo e lo prenderà a parametro zero la prossima stagione.

Stando al sito ufficiale della Lega di Serie A, l’ultimo acquisto in assoluto messo a segno dal direttore sportivo Vagnati riguarda però un misterioso centrocampista lituano. Si tratta di Karolis Uzela, 18enne cresciuto nel Zalgiris Vilnius che andrà a rinforzare la batteria della Primavera a disposizione di mister Cottafava. Si chiude quindi in maniera soddisfacente il mercato estivo della Spal: ora tocca ad Antenucci e compagni confermare le aspettative della società e dei tifosi.