Ferrara, 17 maggio 2018 - Dopo Salamon e Cionek, la Spal sta pensando ad un altro polacco per rinforzare l’organico in vista della prossima stagione. Il club biancazzurro è infatti sulle tracce di Skorupski, portiere classe 1991 di proprietà della Roma, che dopo un campionato trascorso in panchina ha chiesto alla società di essere ceduto. La Spal, che potrà di nuovo contare su Gomis ma dovrà rimpiazzare Meret, lo tiene d’occhio. Con la consapevolezza però che il vice di Alisson piace molto anche a Genoa e Bologna.

Con la Roma però il direttore sportivo Vagnati potrebbe intavolare anche un’altra operazione, con l’obiettivo di portare in biancazzurro il talentuoso Jose Machin. Il centrocampista della Guinea Equatoriale ha cominciato la stagione nel Brescia per poi trasferirsi al Pescara, realizzando complessivamente tre gol (oltre a servire quattro assist) in 31 partite in Serie B. Al termine della stagione la Spal dovrà anche decidere cosa fare dei giocatori in prestito con diritto di riscatto, a partire da Federico Viviani (in foto). Da un paio di mesi non è più titolare inamovibile, ma è comunque un atleta che dirigenza e staff tecnico apprezzano e che potrebbe pure essere riscattato (dall’Hellas Verona, proprietario del cartellino) e poi rivenduto ad una cifra superiore. Il riscatto è fissato a 3,3 milioni, e Genoa e Fiorentina sembrano interessate ad ingaggiarlo. Alberto Grassi invece è arrivato a Ferrara in prestito secco, quindi tornerà a Napoli per provare a giocarsi le proprie carte: non è escluso che gli azzurri possano girarlo di nuovo alla Spal attendendone la definitiva esplosione, ma tra le squadre interessate alla mezz’ala di Lumezzane c’è anche la Sampdoria.