Petagna realizza la rete della vittoria (foto Lapresse)
Petagna realizza la rete della vittoria (foto Lapresse)

Ferrara, 16 marzo 2019 - Sei mesi dopo il successo con l’Atalanta, la Spal spezza l’incantesimo del ‘Mazza’ superando 2-1 la Roma attraverso una prestazione convincente sotto ogni punto di vista. Sono Fares e Petagna e stendere i giallorossi per la seconda volta in altrettante gare di campionato, riportando il sorriso al popolo biancazzurro dopo un periodo a dir poco avaro di soddisfazioni.

Mister Semplici conferma Vicari al centro della difesa sacrificando Felipe, mentre a centrocampo e in attacco Murgia e Antenucci vincono i ballottaggi con Schiattarella e Floccari. Ranieri invece opta per un 4-4-2 ultra-offensivo, con Kluivert ed El Shaarawy sulle fasce a supporto di Dzeko e Schick.

È della Roma il primo squillo, con Vicari che sbarra la strada al Faraone. Non è però la Spal compassata delle ultime settimane, e dopo una serie di iniziative di Lazzari i biancazzurri passano in vantaggio. Dalla destra, Cionek disegna una parabola deliziosa al centro dell’area che Fares trasforma in oro con un colpo di testa poderoso che non lascia scampo a Olsen.

Kurtic tenta il jolly dalla distanza, poi la Roma torna a rendersi pericolosa dalle parti di Viviano, che si salva di piede su Dzeko. Missiroli si immola sul tiro a botta sicura di Cristante ed El Shaarawy mette i brividi alla Ovest con una conclusione che termina fuori di poco, ma l’ultima chance del primo tempo è di Lazzari, che se ne va sulla fascia destra e incrocia a lato di un niente.

false

I giallorossi tornano in campo con Zaniolo e Perotti al posto dell’evanescente Kluivert ed El Shaarawy, e dopo una manciata di minuti rimettono il match in equilibrio. Cionek atterra Dzeko in area: è calcio di rigore, e dal dischetto Perotti spiazza Viviano. Inerzia nelle mani della Roma? Neanche per sogno, perché Fares trova un corridoio strepitoso per Petagna, sul quale Juan Jesus interviene fallosamente nel cuore dell’area. Rocchi si consulta con Giacomelli (addetto al Var): trascorrono minuti interminabili, poi finalmente il penalty viene assegnato.

E dagli 11 metri Petagna è glaciale. La Spal controlla la situazione, ma prima della mezz'ora deve ringraziare Viviano che compie un autentico miracolo su Dzeko. Passata la paura, i biancazzurri potrebbero chiudere i conti, ma il colpo di testa di Cionek su cross di Missiroli colpisce la traversa. La squadra di Semplici regge l’urto della Roma, correndo però un rischio clamoroso in extremis quando Dzeko non riesce a correggere in rete un cross di Perotti a due passi dalla linea di porta. È una vittoria liberatoria per la Spal, che torna a respirare a pieni polmoni e può pensare alla trasferta di Frosinone con fiducia ed ottimismo.

 

Il tabellino

SPAL-ROMA 2-1.

RETI: 22' Fares (S), 54' rig. Perotti (R), 60' rig. Petagna (S).

SPAL: Viviano; Bonifazi, Cionek, Vicari, Fares; Lazzari (76' Regini), Missiroli, Murgia (84' Simic), Kurtic (80' Schiattarella); Antenucci, Petagna. A disp.: Gomis, Poluzzi, Floccari, Valdifiori, Dickmann, Felipe, Costa, Paloschi, Jankovic. All. Semplici.

ROMA: Olsen; Karsdorp (80' Santon), Fazio, Marcano, Juan Jesus; Kluivert (46' Zaniolo), Nzonzi, Cristante, El Shaarawy (46' Perotti); Dzeko, Schick. A disp.: Fuzato, Mirante, Coric, Riccardi, Cargnelutti, Celar. All. Ranieri.

Arbitro: Rocchi.

NOTE: ammoniti Vicari (S), Nzonzi (R), Cionek (S), Fares (S), Dzeko (R), Missiroli (S), Juan Jesus (R), Perotti (R), Cristante (R).

Spal Roma live - Serie A, la classifica - Le partite di oggi