Spal Roma 1-6 (foto Ansa)
Spal Roma 1-6 (foto Ansa)

Ferrara, 22 luglio 2020 -  La Spal travolta al Mazza dalla Roma per 1-6. Tutto facile, per la Roma, che passeggia sul campo di una Spal già aritmeticamente retrocessa. Sei gol per una partita senza storia: la Roma c'è e controsorpassa il Milan nella corsa al quinto posto, ormai una delle ultime sfide dirette rimaste a dare un pò di pepe alla classifica.


L'unico rischio che la Roma poteva correre era quello di sottovalutare l'avversaria: la Spal infatti ha già di fatto chiuso la stagione con una retrocessione arrivata con ben quattro giornate d'anticipo, al termine di un campionato nel quale non ha mai saputo trovare la continuità dei risultati. E così per la Roma è stata anche un'occasione per il turn over, per qualche esperimento tattico e per dare la possibilità a Zaniolo, nella ripresa, di riprendere confidenza con il campo e con il gol.


Che la partita avesse un pronostico abbastanza consolidato lo si è capito fin dal 10' della ripresa quando Kalinic ha portato in vantaggio la Roma con un gol di rapina, confermato dal Var dopo che era stato inizialmente annullato, sfruttando una ribattuta corta di Letica su Pellegrini. La Spal ha provato a non fare la vittima sacrificale designata arrivando poco dopo al pareggio, con un bello stacco di testa di Cerri su un cross col contagiri di Valdifiori. Prima del riposo, però la Roma è tornata in vantaggio con il primo sigillo il gialloroso di Carles Perez, con una bordata imprendibile dall'interno dell'area.
 

Nella ripresa la Roma ha deciso di accelerare e chiudere in fretta la pratica: prima, con Kolarov che piega la mano a Letica con una sventola da trenta metri, poi con Bruno Peres che con un destro rasoterra firma il poker. Prima della fine c'è tempo anche per la cinquina della Roma e per la doppietta personale di Bruno Peres, bravo a sfruttare al meglio un'assistenza di Zappacosta in una partita che ormai non aveva più niente da dire.


Nella ripresa Gigi Di Biagio prova a giocarsi anche le carte Petagna e Di Francesco, tenuti a riposo, ma anche in un calcio senza tifosi le motivazioni fanno la differenza. La Roma potrebbe dilagare, ma si accontenta di riabbracciare Zaniolo, che torna a giocare e soprattutto a segnare correndo in
solitaria per metà del campo: sei gol sono più che sufficienti per compiere la missione di tornare a casa con tre punti e rimettere il naso davanti al Milan.

Tabellino

SPAL (4-3-3): Letica; Sala (6'pt Reca), Vicari, Felipe, Tomovic; Dabo, Valdifiori (36'st Tunjov), Murgia; D'Alessandro (13' st Di Francesco), Cerri (13'st Petagna), Strefezza (35' st Cuellar).
In panchina: Cionek, Missiroli, Thiam, Bonifazi, Meneghetti, Salamon, Fares, Mendoza. Allenatore: Di Biagio.
ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini (11'st Cetin), Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Cristante. Diawara (11'st Villar 6), Spinazzola (1'st Zappacosta); Carles Perez (33'st Kluivert), Pellegrini (11'st Zaniolo); Kalinic.
In panchina: Perotti, Dzeko, Veretout, Pastore, Cardinali, Fuzato, Mkhitaryan.
Allenatore: Fonseca.
ARBITRO: Manganiello di Pinerolo.
RETI: 10'pt Kalinic, 24'pt Cerri, 38'pt Carles Perez; 2'st Kolarov, 7' e 30'st Bruno Peres, 45'st Zaniolo
NOTE: serata serena, terreno di gioco in buone condizioni. Espulso
Bonifazi per proteste. Ammoniti: Strefezza. Angoli: 3-1. Recupero: 3', 0'.







 

Rivivi i momanti salienti della gara

La diretta tv

Spal-Roma sarà trasmessa su Dazn