Spal-Sampdoria, l'arbitro indica la Var (Foto Businesspress)
Spal-Sampdoria, l'arbitro indica la Var (Foto Businesspress)

Ferrara, 3 marzo 2019 - Una doppietta di Quagliarella e il Var affondano la Spal al ‘Mazza’, dove ormai la vittoria manca da cinque mesi e mezzo. Il capitano della Sampdoria colpisce due volte a freddo, poi nella ripresa la squadra di Semplici riapre la partita con un’incornata di Floccari ma la rete viene incredibilmente annullata quasi cinque minuti dopo per un presunto fuorigioco di Petagna. Situazione surreale, esattamente accaduto due settimane fa contro la Fiorentina.

SPAL SAMPDORIA_37374048_161625

Stavolta però il popolo biancazzurro non ci sta, e abbandona in massa lo stadio. Emblematico, in maniera particolare, lo svuotamento della curva Ovest a mezz’ora dalla fine. La partita di fatto finisce qui, perché in un contesto del genere la Spal non riesce a reagire all'ennesima ingiustizia, se non accorciando le distanze con una punizione di Kurtic a tempo scaduto.

Mister Semplici sceglie Schiattarella in linea mediana e Floccari in attacco in tandem con Petagna, ma l’avvio è un monologo dei blucerchiati. Anzi uno show di Quagliarella, che nel giro di 11 minuti firma le reti che decidono il match. Prima il numero 27 va a segno con una gran girata al volo lasciando di sasso Cionek, poi sfrutta un cross dalla sinistra per battere Viviano di testa. La Ovest prova a scuotere i biancazzurri, che però faticano a riorganizzarsi.

Anzi, è Quagliarella a sfiorare il clamoroso tris con una conclusione dalla lunghissima distanza che colpisce il palo. Nella ripresa, la Spal torna in campo con uno spirito diverso, fino a trovare il pareggio con Floccari. Il ‘Mazza’ esplode, ma Manganiello richiama al Var l’arbitro Pasqua, che dopo un’attesa estenuante cambia la propria decisione per una questione di millimetri. Finisce 2-1 per la Sampdoria, ma resta un profondo rammarico per una gara che non si è potuta giocare fino in fondo. E per un utilizzo molto discutibile della tecnologia. Il Var infatti non era stato introdotto per fare luce su episodi di questo tipo, ma questa è un’altra storia. Per fortuna, il Bologna perde sul campo dell’Udinese e la zona retrocessione resta distante cinque punti. Ma ora il calendario diventa estremamente difficile per la Spal, che prima della sosta dovrà affrontare Inter e Roma.

Rivivi qui la gara minuto per minuto - RISULTATI E CLASSIFICA LIVE

IL TABELLINO:

SPAL-SAMPDORIA 1-2  

Reti: 3' pt Quagliarella (Sa), 11' pt Quagliarella (Sa), 49' st Kurtic (Sp).  

SPAL (4-4-2): Viviano; Cionek, Bonifazi, Felipe (dal 38' st Antenucci), Fares; Valoti (dal 34' st Jankovic), Missiroli, Schiattarella (dal 10' st Murgia), Missiroli; Floccari, Petagna. A disp. Gomis, Fulignati, Regini, Simic, Vicari, Dickmann, Costa, Valdifiori, Paloschi. All. Semplici

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Andersen, Colley, Sala; Praet (dal 43' st Murru), Vieira, Linetty; Saponara (dal 14' st Jankto); Gabbiadini, Quagliarella (dal 24' st Defrel). A disp. Rafael Cabral, Belec, Junior Tavares, Ferrari, Tonelli, Ramirez, Sau. All. Giampaolo.  Arbitro: Pasqua di Tivoli.  

Note: espulso Cionek (Sp) al 50' st, ammoniti Fares (Sp), Vieira (Sa), Sala (Sa), Valoti (Sp), Audero (Sa).