Ferrara, 3 maggio 2017 - Chi sperava che il 1° maggio portasse in dote almeno un passo falso delle inseguitrici, mettendo alla squadra di Semplici la promozione su un piatto d’argento, è rimasto deluso. Nel pomeriggio il Vicenza è andato ad un passo dal colpaccio al «Bentegodi», per poi subire la clamorosa rimonta del Verona che grazie alle reti di Bessa e Romulo ha conservato il secondo posto portandosi a -5 dalla Spal. In serata invece il Frosinone si è sbarazzato con sorprendente facilità della Salernitana, che davanti al proprio pubblico si è ritrovata sullo 0-3 all’inizio del secondo tempo, realizzando soltanto in extremis il gol della bandiera. In virtù di questi risultati, i biancazzurri hanno cinque punti di vantaggio sull’Hellas e sei sui ciociari a tre giornate dalla fine, ma è necessario osservare con attenzione anche il distacco della quarta in classifica (attualmente il Perugia è a -14).

I successi delle inseguitrici impediscono alla Spal di poter festeggiare domenica prescindendo dagli risultati, ma le possibilità di staccare il pass per la serie A al termine della gara contro la Pro Vercelli sono comunque significative. Sostanzialmente, se riusciranno a superare i piemontesi Giani e compagni potranno brindare se almeno una squadra tra Perugia, Verona e Frosinone non farà bottino pieno. In un solo caso invece, che corrisponde alla sconfitta dei ciociari contro il Trapani, alla Spal basterà un pareggio per volare in serie A.

Si tratta però di un turno molto particolare per diversi motivi, il cui programma permetterà ai biancazzurri di scendere in campo conoscendo i risultati delle rivali. I riflettori infatti si accenderanno venerdì sera su Perugia, dove la squadra di Bucchi se la vedrà con lo Spezia in uno scontro diretto in chiave playoff. Al «Curi» la posta in palio è molto alta, ma c’è un paradosso: togliendo punti al Perugia, lo Spezia rischia che i playoff alla fine del campionato non si disputino nemmeno... Lasciando perdere questo curioso scherzo del destino, se gli umbri non vincono alla Spal basterà superare la Pro Vercelli per avere la certezza di essere promossa senza passare per i playoff.

Sabato pomeriggio invece toccherà alle più immediate inseguitrici dei biancazzurri: il Verona sul campo di una Virtus Entella in piena crisi e il Frosinone in casa contro il pericolante Trapani. Dopo aver vinto in maniera quantomeno rocambolesca il derby col Vicenza, l’Hellas proverà ad allungare la striscia vincente in Liguria, dove i biancocelesti si giocano le residue possibilità di agganciare il treno playoff. La bilancia sembra pendere dalla parte del Verona, ma un pareggio potrebbe pure scapparci...

Anche il Frosinone partirà ovviamente coi favori del pronostico sabato pomeriggio al «Matusa» contro il Trapani, però i siciliani sono più che mai determinati a completare la propria rimonta e salvarsi senza passare per i playout. Pure in questo caso, l’esito non è quindi per nulla scontato. La Spal resta alla finestra, fino a domenica pomeriggio.

Spal, Colombarini: "Comprai la società nel 2013. Ora porto la squadra in serie A"