Ferrara, 23 febbraio 2018 - Anche Michele Placido non ha resistito e dopo la presentazione-spettacolo di ieri sera della Collezione Cavallini Sgarbi al teatro Comunale di Ferrara, in cui Vittorio Sgarbi ha raccontato molte delle opere fino al 3 giugno esposte al Castello Estense, ha colto l’occasione di ammirare le oltre 130 opere d’arte esposte in città. “Elisabetta e Vittorio – racconta l’attore mentre visita la mostra – sono il frutto di una grande coppia e a cui l’Italia dev’esser grata. Sono un regalo che Nino Sgarbi e Rina Cavallini hanno fatto a Ferrara e al popolo italiano”. Quanto alla mostra, Michele Placido ne rimane subito affascinato: “Un’esposizione straordinaria, che esalta l’universo femminile” (VIDEO).

Durante il percorso si poggia sulla ceramica di Andrea Parini, ‘Figlia, ti vorrei casalinga e scrittrice’ (‘speranza’ ironicamente disattesa da tutti i componenti della famiglia) per leggere alcuni brani tratti dall’ultimo libro di Giuseppe Sgarbi. In giro per Ferrara anche Pupi Avati, che nel pomeriggio ha visitato la casa-museo di Ro. Da stasera, fino a domenica, Placido è al Teatro Duse di Bologna ‘Piccoli Crimini Coniugali’ con Anna Bonaiuto. “In scena c’è una coppia – conclude l’attore, che in questo spettacolo firma anche la regia – e il suo percorso esistenziale. Molti, vedendo lo spettacolo, scoprono nuove parti di sé attraverso la scrittura di Emmanuel Schmitt. Il suo è un umorismo feroce, che dà una visione della coppia non proprio italica, ma sicuramente illuminante”.