Comacchio, 10 settembre 2018 -  Dopo le tante rievocazioni storiche, le vie di Comacchio in questi giorni sono tornate nuovamente indietro nel tempo, trasformandosi questa volta nel set cinematografico del film ‘Il signor diavolo’, nuova pellicola del regista Pupi Avati ambientata negli anni Cinquanta.

AVATI_33540078_154414

Le riprese, conclusesi l'altra sera nei pressi della Chiesa del Carmine, hanno coinvolto la zona di Comacchio e le sue valli per una decina di giorni, suscitando la curiosità di tantissimi turisti e residenti, che hanno potuto vedere la cittadina con nuovi occhi e concedersi qualche selfie con il grande Pupi Avati. Il regista e tutto lo staff di professionisti hanno infatti allestito il set a regola d’arte, nascondendo agli occhi qualsiasi elemento moderno che avrebbe potuto ‘tradire’ l’ambientazione, come per esempio le automobili. Al loro posto sono state piazzate bellissime auto d’epoca, che contribuivano a rendere palpabile quel fantastico salto nel tempo, accentuato dai costumi finemente studiati di attori e comparse.

Oltre a Capolicchio, Chiara Sani e Iska Menarini, tra i protagonisti del film ci saranno anche Gianni Cavina, Alessandro Haber, Massimo Bonetti e Chiara Caselli, ma grande spazio sarà dato anche al paesaggio di Comacchio, grazie alle riprese panoramiche effettuate durante tutta la produzione. Un lavoro intenso che ha lasciato il regista e la troupe ampiamente soddisfatti, nonostante qualche pausa forzata a causa delle nuvole, che mettevano in ombra il set. Ora, ai curiosi, non resterà che aspettare l’uscita del film, per rivedere Comacchio e scoprire tutta la storia de ‘Il signor Diavolo’, scritta dallo stesso Pupi Avati.