Ferrara, 2 aprile 2021 - La Passione di Cristo e la passione del teatro. Ecco Passio Christi, lo spettacolo teatrale con contaminazioni cinematografiche nato da un’idea di Michele Placido per la città di Ferrara. Si potrà vedere fino al 5 aprile sul canale Youtube del Teatro Comunale di Ferrara.

Passio Christi racconta, tra cinema e teatro, la Passione di Cristo prendendo ispirazione dai versi del poeta Mario Luzi, ma parla anche dei tempi che il mondo del teatro e della cultura stanno vivendo. "Il nuovo Golgota è il teatro con il sipario abbassato", spiega Placido. Al testo del grande poeta toscano si legano “Maria alla croce” di Dario Fo e Franca Rame, alcuni Salmi della Bibbia e lo Stabat Mater, nella traduzione in dialetto trentino di Daniela Scarlatti. Passio Christi è una produzione della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara.

Il Teatro Comunale ‘Claudio Abbado’ e alcuni luoghi simbolo della città di Ferrara - come il Cimitero Ebraico o la chiesetta di San Giuliano - saranno lo sfondo e i co-protagonisti dello spettacolo, che resterà come un segno di speranza per il difficile momento che stiamo attraversando. Il teatro sarà ripreso anche in alcuni scorci solitamente non visibili, come il sottopalco, o la suggestiva sala degli Argani. Tra gli interpreti, Sara Alzetta, Daniela Scarlatti, Moni Ovadia, lo stesso Michele Placido (che ha curato anche la creazione video insieme a Toni Trupia) e Vito Lopriore nel ruolo di Cristo.

Coinvolti da Placido anche il Coro Accademia dello Spirito Santo diretto da Francesco Pinamonti, Antonio Aiello, primo violino dell’Orchestra Città di Ferrara, e il cantautore Giovanni Caccamo, oltre ad alcuni allievi della Scuola d'Arte Cinematografica Florestano Vancini.