Memorial Duran
Memorial Duran

Ferrara, 31 luglio 2020 - Clamoroso successo del XIX Memorial Carlos Duran giovedì sera. Sembrava infatti impresa quasi impossibile quella di Massimiliano Duran e della Pugilistica Padana di riempire il prato del Velodromo cittadino, e invece ci sono riusciti. Il “triplice” programma di free style motociclistico, pugilato e musica ha coinvolto il pubblico dal primo all’ultimo minuto, senza lesinare emozioni.

Dopo l’apertura con le spericolate esibizioni di Massimo Bianconcini e il suo team, che hanno entusiasmato il pubblico, é stata la volta della boxe. Tra i professionisti, i pesi gallo Amed Obaid (Boxe Ferrara) e il marchigiano Mattia Occhinero, é finita in parità per cui il pugile di Roberto Croce é riuscito a conseguire solo una parziale rivincita, ma avrebbe meritato di più contro il rivale che l’aveva in precedenza battuto.

Nei mediomassimi il fiorentino Leonardo Balli ha sconfitto il ferrarese Domenico Bentivogli in sei round accesissimi. Bellissimo poi il confronto tra i piuma Mattia De Bianchi, imbattuto talento di Reggio Emilia, e il beniamino di casa Mattia Musacchi. Più colpi e meno precisi da parte del reggiano, meno colpi ma più precisi da parte del ferrarese e verdetto di strettissima misura per l’ospite.

false

Infine, la “guerra” tra i massimi Emanuele Venturelli e Stefano Capone. Dopo un inizio caratterizzato dal jab sinistro del pugile di casa, il “soldato” Capone ha preso l’iniziativa attaccando incessamente. Combattimento senza soste e un Capone che non si fermava mai, sino a quando nel quinto round non veniva centrato da un destro del padanino e crollava al tappeto. Ricorrendo all’orgoglio il militare campano-triestino riusciva a concludere la ripresa e nell’ultima evitava ulteriori guai. Verdetto ad Emanuele Venturelli e Trofeo Asi “Carlos Duran” consegnatogli dal responsabile provinciale Romano Becchetti.

Tra i dilettanti, il superwelter padanino Giacomo Mistroni ha battuto alla terza ripresa Lorenzo Frangiamone (Regis Bologna), tanto da meritarsi la Coppa “Massimo Calabresi” quale migliore dilettante della serata. Nei superwelter successo al fotofinish di Zambon (Boxe Cavarzere) sul serbo della Padana Ramadan Suljic. I superwelter Beniamino Vacca (Pug.Padana) e James Polveri (Gordini Boxe) hanno disputato una rivincita perché il pugile estense aveva precedente battuto il romagnolo: ha vinto il ravennate con qualche rimostranza di Momo Duran. Infine, hanno chiuso le sei ore di spettacolo dedicate a Carlos Duran, Ivano Zanotti e la sua band, che hanno suggellato il ritorno del pugilato in Italia dopo la pandemia.