Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 lug 2022

Belletti: "Tramec, facciamo un altro step"

Basket, il ds biancorosso presenta la squadra: "Abbiamo aumentato la pericolosità offensiva e l’atletismo per consolidare Cento in A2"

26 lug 2022
Ivan Belletti col coach Matteo Mecacci (Foto Business Press)
Ivan Belletti col coach Matteo Mecacci (Foto Business Press)
Ivan Belletti col coach Matteo Mecacci (Foto Business Press)
Ivan Belletti col coach Matteo Mecacci (Foto Business Press)
Ivan Belletti col coach Matteo Mecacci (Foto Business Press)
Ivan Belletti col coach Matteo Mecacci (Foto Business Press)

La Tramec 4.0 di Ivan Belletti sta già scaldando i motori. Dopo 3 stagioni, una meglio dell’altra, il gm biancorosso ha già messo sul tavolo le carte con cui la Benedetto andrà a giocarsi la stagione 2223. Promozione in A2 il primo anno, salvezza il secondo, e gara-5 di quarti di finale playoff al terzo, andando ad un passo dalle semifinali. Il tutto, con a fianco una guida di assoluto valore come coach Mecacci. Un binomio, quello tra Belletti e il tecnico senese, assieme per la quarta stagione consecutiva, pronto a regalare nuove soddisfazioni al pubblico centese, dopo un mercato mirato e integrato nei giusti reparti, scegliendo giocatori validi ed esperti.

"Partendo da una base di lunghi, Zilli-Berti, molto importante, e confermando due esterni esperti e di livello come Tomassini e Moreno, eravamo già avvantaggiati nella costruzione della squadra: per questo, l’obbiettivo che c’eravamo fissati fin dall’inizio, era quello di aumentare la nostra pericolosità offensiva – afferma Belletti –. Ora, a mercato quasi terminato, e con gli arrivi di Marks e Archie, posso dirmi soddisfatto di come è stato impostato il roster: sono riuscito a fare ciò che avevo in mente ad inizio estate, e questo anche grazie alla società, che mi ha lasciato lo spazio per operare nel migliore dei modi".

Innesti di qualità e quantità, vedi Zampini e Toscano: due arrivi di spessore, provenienti da alcune delle big dello scorso campionato di A2, che non andranno però a snaturare il sistema-squadra di coach Mecacci ma, anzi, renderanno la Benedetto più duttile e intercambiabile. "Con l’arrivo di Zampini non aumenteremo solo il nostro tasso tecnico, ma anche quello fisico e atletico, sia in attacco che in difesa. Di fondamentale importanza è anche l’innesto di Toscano, in un ruolo difficile come quello del 3-4: lui, come Tomassini l’anno scorso, è un altro giocatore che approda a Cento dopo aver giocato un campionato con l’obbiettivo di vincerlo, e la voglia di rimettersi in gioco con i nostri colori rappresenta un segnale molto importante per la società".

Una Benedetto che proverà a confermare ciò che di buono è stato fatto la stagione scorsa, ma sempre coi piedi per terra, senza porsi un obbiettivo specifico.

"Ciò che mi importa maggiormente è fare in modo che Cento sia ben presente nella geografia del campionato di Serie A2: non parlo quindi di posizioni di classifica, ma di mantenimento sui livelli delle ultime stagioni, crescendo un passo alla volta e cercando di far contenti i nostri tifosi".

Per l’ultimo tassello (under), invece, è una questione ore. "A breve, annunceremo il decimo che completerà il roster. Con lui, arriveranno altri ragazzi giovani che ci aiuteranno negli allenamenti".

Giovanni Poggi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?