Quotidiano Nazionale logo
28 apr 2022

Di corsa sulle Mura: obiettivo duemila iscritti

Cresce l’attesa per l’appuntamento podistico di domenica, una gara tradizionale ora organizzata dalla Polisportiva Doro

Un momento della presentazione del Giro della Mura, ieri mattina
Un momento della presentazione del Giro della Mura, ieri mattina
Un momento della presentazione del Giro della Mura, ieri mattina

Il 48° giro podistico delle mura punta alle duemila presenze. Presentato lo storico appuntamento, organizzato da Polisportiva Doro, con il presidente Luciano Mazzanti e Monica Zannini. Molti i partners istituzionali, dal Comune di Ferrara, Sport e Salute Emilia-Romagna, Ausl Ferrara, Coni Ferrara, Uisp Ferrara, Avis comunale e provinciale e associazione atleti azzurri d’Italia.

Il ritrovo, partenza ed arrivo sono all’ippodromo di via Goretti. "Una bella manifestazione – ha commentato l’assessore allo sport Andrea Maggi – perché lo sport coniuga la bellezza delle nostre mura, che sono il patrimonio più prezioso che abbiamo sia dal punto di vista storico ma anche ambientalistico e anche sportivo. Il 1° maggio ripartiamo alla grande con tante altre iniziative. I complimenti – conclude Maggi – agli organizzatori e grazie per l’impegno che mettete". La gara competitiva partirà alle 9.45 sulla distanza di 12.5 km., borraccia termica e medaglia riservata ai primi 700 arrivati, camminata ludico motoria di 7 km, nordic walking 12 km a seguire. Ritorna anche la corsa all’indietro con il ‘gambero al galoppo’ che si terrà dopo l’arrivo della competitiva. Nel settore giovanile distanze 800 e 1600 metri, partenza alle 9, con partecipazione gratuita al II° trofeo Avis, per tutti maglietta e medaglia. I primi tre di ogni categoria riceveranno la coppa offerta da Avis.

"Noi siamo al fianco – aggiunge Alessandro Cattabriga di Avis Ferrara – di tutte queste manifestazioni sportive, anche per divulgare il nostro messaggio di sensibilizzazione al dono, che non è solo del sangue ma anche del plasma. Secondo noi il donatore principale è lo sportivo o quella persona che ha una vita. Un aspetto principale per quello che riguarda la donazione del sangue".

Luciana Pareschi dell’associazione atleti azzurri d’Italia ha commentatoncosì: "Uno storico appuntamento, di cui ricordo con piacere le prime edizioni dove era diversa l’organizzazione. A tutti i volontari che si stanno attivando vanno i complimenti e l’auspicio di un bel giro podistico sulle mura, dopo due anni di stop".

Gli sponsor sostenitori sono Coop Alleanza 3.0, presente Andrea Vicentini, CLAI (Cooperativa Lavoratori Agricoli Imolesi), Horto, Estense Motori, Toys e bimbo Store, Krifi, Saucony, Conserve Italia, Arredo System, Fratelli Guidi e Avicola artigiano. "Si ringrazia tutti gli sponsor i partner istituzionali – prosegue Luciano Mazzanti – nel merito del percorso ho interessato direttamente la polizia municipale proponendo un cambio, in concreto si percorrerà sopra e sotto le mura con ritorno da San Giorgio, il tutto in assoluta sicurezza". Paolo Callegari ha presentato la nona edizione del ‘gambero al galoppo’ sulla distanza del miglio (1609metri). Il giro delle mura è la gara podistica più antica di Ferrara, nasce nel lontano 1973 da un’idea di Luigi Marini, all’indomani del successo di una campestre organizzata proprio all’interno dell’ippodromo. Da qui decise insieme al suo gruppo Polisportiva Putinati, fondata da Franco Bottoni, di proporre una gara più lunga sulle mura.

Mario Tosatti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?