Ferrara Basket, addio sogni. Si torna a pensare alla B2

Ridotte al lumicino le chances di un’intesa con Ozzano per il titolo di B1. Testa alle conferme di Ballabio, Marchini, Romondia, Yarbanga e forse Drigo.

Ferrara Basket, addio sogni. Si torna a pensare alla B2

Ferrara Basket, addio sogni. Si torna a pensare alla B2

Tanto tuonò che alla fine… non piovve. Si può sintetizzare così la querelle che ha visto protagoniste in queste ore Ozzano, Ferrara e Caserta, col club felsineo che ha tenuto in scacco le due pretendenti alla B Nazionale e molto probabilmente le lascerà a bocca asciutta. Era praticamente fatta per il trasferimento di sede con la società biancazzurra, poi l’inserimento di Caserta che sembrava far propendere la bilancia verso lo storico club campano: e invece Ozzano pare ora convinta a chiedere il riposizionamento in B2 sfruttando il posto vacante lasciato da Piadena, che ripartirà dalla Serie C dopo la fusione con Casalmaggiore. Ferrara potrebbe quindi farsi di nuovo avanti: l’ipotesi di trasferimento di sede può essere presentata alla Fip entro il 5 luglio, ma la sensazione è che la pista si sia parecchio raffreddata e che il club biancazzurro stia cominciando a pensare alla costruzione del roster che parteciperà alla prossima B Interregionale.

Coach Benedetto, per il quale manca solo l’annuncio ufficiale del rinnovo, ha ben chiaro da chi ripartire. Sono quattro i giocatori certi della riconferma in caso di B2: i due esterni Ballabio e Marchini e i giovani Yarbanga e Romondia, cresciuti a dismisura sotto la guida del tecnico calabrese. Un ragionamento il diesse Pulidori lo sta facendo anche su Mathias Drigo, che potrebbe restare nel caso accettasse di partire dalla panchina. Ferrara cercherà di liberarsi del contratto di Cecchetti, per andare poi sul mercato e trovare 5-6 elementi di spicco: nelle idee di coach Benedetto ci sono una guardia comunitaria, un paio di "3" dalle spiccate qualità fisiche e un pacchetto lunghi molto più atletico e verticale rispetto a quello che ha chiuso la stagione poche settimane fa.

Jacopo Cavallini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su