Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
12 giu 2022

Gazzoli: "Pepito Rossi? La Spal lo aspetta"

Il dg lascia intendere che l’attaccante resterà: "Ha giocato una parte di stagione clamorosa". Fatta per Varnier, seguito Koutsoupias

12 giu 2022
Pepito Rossi, qui esulta dopo il gol a Vicenza, può restare in biancazzurro (Foto Bp)
Pepito Rossi, qui esulta dopo il gol a Vicenza, può restare in biancazzurro (Foto Bp)
Pepito Rossi, qui esulta dopo il gol a Vicenza, può restare in biancazzurro (Foto Bp)
Pepito Rossi, qui esulta dopo il gol a Vicenza, può restare in biancazzurro (Foto Bp)
Pepito Rossi, qui esulta dopo il gol a Vicenza, può restare in biancazzurro (Foto Bp)
Pepito Rossi, qui esulta dopo il gol a Vicenza, può restare in biancazzurro (Foto Bp)

Le parole pronunciate dal presidente Tacopina su Andrea La Mantia hanno infiammato il mercato della Spal, che quest’anno non può davvero prescindere dall’ingaggio di un attaccante di alto livello. Joe è uscito allo scoperto un po’ a sorpresa, indicando il centravanti dell’Empoli come obiettivo principale del club biancazzurro. Ma non bisogna illudersi, perché i costi elevati e la concorrenza rendono l’operazione piuttosto complessa. È evidente che tutto diventerebbe più facile nel caso in cui la società toscana esercitasse il diritto di riscatto per Federico Di Francesco.

"Per La Mantia è presto – si affretta a precisare Andrea Gazzoli a Tuttomercatoweb.com –. Adesso stiamo programmando, non abbiamo fatto niente". Il direttore generale della Spal invece si lascia più andare su Pepito Rossi, lasciando intendere che la prossima stagione giocherà nuovamente in biancazzurro: "Giuseppe ha fatto una parte di stagione clamorosa – continua –, con tre gol importanti. Ha subito un infortunio non grave, lo aspettiamo. Siamo ripartiti da mister Venturato: siamo contenti perché ha chiuso la stagione nel migliore dei modi, vogliamo crescere.

La nuova serie B? Sta diventando sempre più competitiva rispetto al passato: ci sono squadre importanti, sarà impegnativa. Dobbiamo crescere, migliorare quotidianamente. Ci aspetta un percorso sofferto, ma con obiettivi di crescita. La serie A? Dobbiamo ancora migliorare per arrivare a quel livello: cercheremo di farlo con i tempi giusti".

Nel frattempo, la Spal continua a guardarsi intorno a caccia di occasioni. È stato accostato al club di via Copparo il greco Ilias Koutsoupias, centrocampista classe 2001 di proprietà della Virtus Entella. La scorsa stagione era in prestito alla Ternana (22 presenze e un gol in cadetteria), ma a quanto pare le Fere hanno deciso non esercitare il diritto di riscatto per un giocatore che in ogni caso non giocherà in serie C. Le trattative più calde però sono con l’Atalanta, che detiene i cartellini di Marco Varnier ed Emmanuel Latte Lath. Per il difensore centrale classe 1998 sembra davvero tutto fatto: le parti hanno trovato l’intesa sulla base del prestito con diritto di riscatto, e la prossima settimana dovrebbe arrivare la fumata bianca.

Se per il pupillo di Venturato – che lo ha avuto a disposizione tre anni ai tempi del Cittadella – manca ormai solo l’ufficialità, non sono ancora maturi i tempi per dire con certezza che l’attaccante ivoriano tornerà sicuramente a Ferrara.

Latte Lath è corteggiato da diversi club in Italia e all’estero, ma non ha mai fatto mistero che la Spal è in cima ai propri pensieri.

Il presidente Tacopina ha già dato via libera all’operazione, quindi i primi due acquisti potrebbero arrivare dalla Dea.

Stefano Manfredini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?