Il dirigente in uscita da Vercelli ha anche altre proposte. Casella nel mirino dell’Ascoli. Ma sul ds la Spal resta fiduciosa

Intanto si riducono i tempi per esercitare il riscatto dell’esterno Dalmonte.. Il limite è fissato a domani.

Casella nel mirino dell’Ascoli. Ma sul ds la Spal resta fiduciosa

Casella nel mirino dell’Ascoli. Ma sul ds la Spal resta fiduciosa

Alex Casella è finito nel mirino dell’Ascoli. L’indiscrezione è rimbalzata nel tardo pomeriggio di ieri, con l’effetto di disorientare ulteriormente il popolo biancazzurro, in un momento nel quale in casa Spal le certezze sono ridotte ai minimi termini.

Dalle parti di via Copparo filtra un certo ottimismo sul fatto che alla fine il direttore sportivo della Pro Vercelli sceglierà Ferrara (la trattativa è in fase avanzata da alcune settimane), ma a quanto pare l’interesse del Picchio è concreto e tutto può succedere.

Le parti (Spal e Casella) sono vicine alla fumata bianca, ma l’intesa definitiva non è ancora stata trovata, quindi fino alla all’inizio della prossima settimana tutto può succedere.

Anche che Casella venga corteggiato da altri club come accaduto con l’Ascoli, dove secondo alcune ricostruzioni il presidente della società bianconera avrebbe incontrato il direttore sportivo.

A questo punto, non resta che attendere l’arrivo di Joe Tacopina, destinato a sciogliere le riserve, in un senso o nell’altro. Per la cronaca, finora – Giuseppe Magalini a parte – l’unica alternativa a Casella è stata rappresentata da Moreno Zocchi del Pontedera.

Per il resto, negli uffici del centro sportivo Fabbri si continua a lavorare sul fronte dei diritti di riscatto. Inutile dire che ora tutta l’attenzione è rivolta alla posizione di Nicola Dalmonte. Come è noto, la Spal ha la possibilità di esercitare l’opzione e ingaggiarlo a titolo definitivo dal Vicenza entro domani. Peccato che la situazione non si sia ancora sbloccata, né in un senso né nell’altro.

Più passa il tempo però tende ad aumentare la sensazione che alla fine il club biancazzurro deciderà di rinunciare alla possibilità di riscattare l’esterno romagnolo.

Naturalmente per ora si tratta di percezioni, con la speranza che invece la società si metta una mano sul cuore e rilanci le ambizioni della squadra acquisendo il cartellino di un giocatore che in questa categoria ha dimostrato di poter fare la differenza.

Per il resto, si attendono soltanto gli annunci ufficiali di una serie di operazioni praticamente già definite.

A partire dal riscatto di Lorenzo Dickmann da parte del Brescia, che sta valutando anche la possibilità di affondare il colpo per almeno uno tra Fabio Maistro e Andrea La Mantia.

Sempre in uscita, è confermato il rinnovo del prestito di Alessandro Murgia all’Hermannstadt. Con la stessa formula – trasferimento a titolo temporaneo, con diritto di riscatto posticipato al prossimo anno – Massimo Zilli tornerà a Ferrara dal Cosenza. Stefano Manfredini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su