Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

"Io contro la Tramec? Una partita speciale"

Riccardo Cortese torna a Cento da avversario con Mantova, stavolta coi tifosi "Sarà un’atmosfera bellissima, spero un antipasto playoff per entrambi"

Riccardo Cortese, protagonista e capitano in maglia Bondi Ferrara (Foto Bp)
Riccardo Cortese, protagonista e capitano in maglia Bondi Ferrara (Foto Bp)
Riccardo Cortese, protagonista e capitano in maglia Bondi Ferrara (Foto Bp)

Il destino è tornato a metterli di fronte, anche quest’anno. Riccardo Cortese e la sua Cento si sfideranno ancora, sabato alla Milwaukee Dinelli Arena, nella fase ad orologio che metterà di fronte la Benedetto e Mantova, allenata da Giorgio Valli, che ha chiuso ottava nel girone verde. E come sempre, come tutte le volte che Cortese e Cento si sono incrociati, sarà partita vera, con una posta in palio alta per due squadre che hanno l’obbiettivo comune di prolungare la propria stagione fino ai playoff.

Cortese, per lei questa non è una partita come tutte le altre.

"No, assolutamente. E’ una gara super speciale per me, che sento molto, e che ogni volta non vedo l’ora di giocare. Cento è casa mia, lì ho i miei amici, molti dei quali tifosi della Benedetto, e la mia famiglia: ogni volta che ci ritroviamo contro è come tornare a casa".

Come l’anno scorso, ritrova la Tramec nella fase a orologio, ma questa volta sarà diverso.

"Si, decisamente. La nuova arena è bellissima, ma l’anno scorso è stato un peccato giocarci senza pubblico sugli spalti. Fortunatamente sabato ci sarà un’atmosfera differente, con tanta gente a vederci, come sempre quando si gioca a Cento, per cui non posso che essere contento di ciò".

Sul campo che gara si aspetta?

"Sarà una bella battaglia, in pieno clima playoff. La Tramec è una squadra quadrata, con gerarchie ben definite, che concede pochissimo agli avversari e, giocando in casa, sicuramente saprà sfruttare l’entusiasmo del pubblico. Ci aspetta una partita molto intensa sul piano fisico, e anche tattico. Sabato è una di quelle sfide che vorresti giocare sempre, di quelle che sogni già ad agosto".

E Mantova come ci arriva a questo appuntamento?

"Spero al completo, perché quest’anno non abbiamo mai avuto la possibilità di giocare una singola partita senza assenze o infortuni. Sotto questo punto di vista è stata un’annata decisamente complicata, per questo ci auguriamo che sabato sia la volta buona per essere tutti a disposizione. Al completo, sono sicuro che saremo una squadra molto competitiva. Il nostro obbiettivo è arrivare ai playoff, se ci riusciremo, poi ci sarà da divertirsi".

Centese doc, ma con due annate importanti vissute con la maglia di Ferrara: come vede questa Top Secret?

"Aldilà dei risultati ottenuti sul campo, ho dei bei ricordi di quegli anni. Adesso Ferrara è una realtà solida, una società con le idee chiare, che sta costruendo qualcosa di bello e importante. Il roster è di primissimo livello e gioca una buona pallacanestro: il gruppo ha tutte le carte in regola per fare bene nei playoff".

Un domani la potremmo vedere con addosso la maglia di Cento?

"Mi piacerebbe molto. Giocare per la squadra della propria città, ti fa sempre dare quel qualcosa in più, e spesso questa è una situazione che più volte ho provato ad immaginare: per Cento ci sarà sempre un occhio di riguardo".

PREVENDITA. Da oggi sarà possibile acquistare i miniabbonamenti per la fase a orologio, anche chi non era abbonato, esclusivamente nella biglietteria della Milwaukee Dinelli Arena, negli orari 17-20.

Giovanni Poggi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?