Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
23 mag 2022

Panni: "La Top Secret resta la mia priorità"

E’ uno dei pochi che ha chiuso in crescendo la stagione: "Il bilancio non può essere positivo, ho tanti rimpianti e dovevamo fare di più"

23 mag 2022
Alessandro Panni ha il contratto e vuole restare in maglia Kleb
Alessandro Panni ha il contratto e vuole restare in maglia Kleb
Alessandro Panni ha il contratto e vuole restare in maglia Kleb
Alessandro Panni ha il contratto e vuole restare in maglia Kleb
Alessandro Panni ha il contratto e vuole restare in maglia Kleb
Alessandro Panni ha il contratto e vuole restare in maglia Kleb

Il nuovo corso del Kleb Basket ripartirà quasi certamente da Alessandro Panni, uno dei pochi (o forse l’unico) ad essere sicuro di restare all’ombra del Castello Estense. Il playguardia vicentino, che ha un altro anno di contratto con la società del presidente D’Auria, sarà alla sua sesta stagione a Ferrara e non nasconde l’idea di chiudere la carriera nella nostra cittadina. Panni si è guadagnato la riconferma grazie a un finale di stagione in crescendo e ora guarda al futuro con la prospettiva di diventare una vera e propria bandiera in casa Kleb.

Alessandro, inutile nascondere che i playoff si siano rivelati una totale delusione...

"Se sbagli una o due partite in fila rischi di compromettere l’intera stagione, Piacenza è stata brava a tirar fuori tutti i nostri limiti e si è dimostrata più pronta di noi. Le quattro partite della fase ad orologio ci avevano forse illuso, sembravamo stare bene sia sul piano fisico che su quello mentale".

E invece, cosa non è proprio andato?

"È stata un’annata piena di problemi, siamo sempre stati di rincorsa e questo ci ha un po’ penalizzato nel nostro processo di crescita. Faccio l’esempio di Fabi, è un giocatore importante ma non stava bene, ha fatto di tutto per recuperare ma è sceso in campo ancora non al meglio. I vari acciacchi ci hanno condannato, ma dovevamo fare di più". Avete sottovalutato l’Assigeco?

"Chissà, inconsciamente può pure essere. Sapevamo che era una squadra rognosa, ma nell’orologio non ci aveva fatto questa grande impressione. Diciamo che pensavamo di essere superiori".

Tralasciando il finale, qual è il suo bilancio della stagione? "Non posso dire che il bilancio è positivo, resta il rammarico per come è andata a finire. Tutti volevamo di più, sono annate che purtroppo nascono così, ci sono tanti rimpianti per non essere mai stati al completo e aver visto poche volte questa squadra nella sua massima espressione. Dispiace in particolare per i nostri tifosi, che ci sono sempre stati vicini".

Il Kleb ripartirà da lei?

"Ho un altro anno di contratto, fosse per me chiuderei la carriera a Ferrara, ma bisogna capire tante cose. La società si è presa un po’ di tempo per programmare il futuro, quando sarà il momento io e il presidente ci siederemo attorno ad un tavolino per parlarne. Io sto bene qua, c’è reciproca fiducia e conto di proseguire il mio cammino con la maglia del Kleb".

PRANZO DI FINE STAGIONE.

I tifosi del Sesto Uomo organizzano per sabato 28 maggio al Bagno Kursaal di Lido di Spina il pranzo di fine stagione, al costo di 35 euro a persona. Saranno presenti il numero uno del Kleb Francesco D’Auria e il coach Spiro Leka. Prenotazioni al numero 3486712787.

Jacopo Cavallini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?