Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Raduno azzurro a casa Aquile "Un successo organizzativo"

Football Americano, il presidente Ferrandino: "Grazie a dirigenti e giocatori"

Un momento dello scorso weekend, con le Aquile che hanno ospitato il raduno della nazionale under 19
Un momento dello scorso weekend, con le Aquile che hanno ospitato il raduno della nazionale under 19
Un momento dello scorso weekend, con le Aquile che hanno ospitato il raduno della nazionale under 19

Un successo tecnico ed organizzativo per le Aquile e per il football americano l’evento svoltosi nel weekend appena trascorso nella bella cornice del Mike Wyatt Field, dove la squadra estense ha ospitato il raduno della nazionale under 19 di coach Giorgio Longhi. Sono stati tre giorni intensissimi ma totalmente appaganti e coinvolgenti, con oltre 100 tra atleti e tecnici coinvolti che da venerdì hanno svolto allenamenti e sedute tecniche fino a domenica quando la partita amichevole tra la selezione azzurra e la formazione delle Aquile ha sancito la conclusione del raduno che ricordiamo, è stato pianificato dalla federazione italiana in vista degli Europei di categoria di luglio. Come anticipato nei gironi scorsi, nella selezione azzurra erano presenti 3 atleti dei Duchi provenienti dall’under 18: Bindini, Brunetti e Berti, con i primi due che hanno ben figurato nelle varie sessioni di allenamento, mentre Berti, sfortunata vittima di infortunio il primo giorno, non ha potuto partecipare pienamente a tutte le attività sul campo. Interessante anche l’esperienza per gli altri 6 giocatori dei Duchi provenienti dall’under 15: Bencivenga, Franco, Graziani, Montanari, Motta, Sciarretta sono stati visionati dal coaching staff in prospettiva futura e hanno potuto provare con gli altri ragazzi l’emozione di un raduno in maglia azzurra. Entusiasta del successo dell’evento il presidente estense Ferrandino: "Sono molto orgoglioso di essere il presidente di questa squadra e ringrazio i i dirigenti e giocatori per l’aiuto e la partecipazione; un grande ringraziamento va anche ai genitori dei giovani Duchi".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?