Sella Cento, chiusura in bellezza. Caccia al gm: riprende quota Nicolai

Basket serie A2: vittoria su Nardò e contatti approfonditi col manager dei pugliesi, ex Ferrara, Fortitudo e Torino

Sella Cento, chiusura in bellezza. Caccia al gm: riprende quota Nicolai

Sella Cento, chiusura in bellezza. Caccia al gm: riprende quota Nicolai

sella cento

88

hdl nardò

74

SELLA : Musso 17, Toscano 5, Moreno 21, Mussini 6, Ladurner 10, Pavani, Archie 6, Magni 2, Palumbo 5, Bucciol 4, Bruttini 12. All. Mecacci.

HDL NARDÒ: Stewart 23, Iannuzzi 12, Baldasso 8, Parravicini 8, La Torre 7, Ceparano 4, Maspero ne, Ferrara 6, Nikolic 6, Donda ne. All. Dalmonte.

Parziali: 31-16; 48-32; 65-55.

Nel giorno dell’addio di Matteo Mecacci, che lascia Cento dopo cinque anni alla guida della panchina biancorossa, la Benedetto batte senza troppi problemi una appagata Nardò, reduce dalla salvezza di metà settimana raggiunta nella sfida fratricida contro Chiusi.

I pugliesi arrivano alla Baltur Arena quasi in vacanza, e nonostante un brutto terzo quarto la Sella - pur senza Delfino e Mitchell - ha vita facile, ipotecando i due punti già nel primo parziale: dopo un avvio equilibrato, infatti, la gara si spacca nella seconda metà del quarto, con Cento che allunga fino al +15 grazie ai canestri di un ispiratissimo Moreno.

Per certi versi sembra quasi un’amichevole, in una formula che ha lasciato a desiderare per il poco agonismo delle ultime sfide e che la Lega dovrà forse ripensare, e la seconda frazione scivola via senza grossi sussulti con la Benedetto sempre in controllo sopra la doppia cifra di vantaggio.

Nardò (senza il cecchino Smith) prova a regalarsi l’ultima soddisfazione della stagione e si rifà sotto con un parziale di 11-0 in avvio di ripresa, complice pure un approccio troppo remissivo della squadra di Mecacci. La formazione di Dalmonte arriva fino al -3, poi Cento si risveglia e si porta sul 65-55 a 10’ dalla sirena.

Nell’ultima frazione si accende Stewart per i pugliesi, ma la Sella è brava a respingerne gli attacchi mettendo in ritmo Musso dall’arco: a 2’ dalla fine è +9, e poco dopo ci pensa Mussini dai 6,75 a chiudere i conti.

La Benedetto si regala così l’ultima gioia di una stagione sofferta e ricca di alti e bassi, che segna la fine di un ciclo e probabilmente un’altra mini rivoluzione in estate dopo quella di un anno fa.

La prima mossa riguarderà la firma di un nuovo gm che prenderà il posto del partente Giulio Iozzelli, e in un casting che al momento vede coinvolti quattro nomi ha ripreso quota nelle ultime ore il profilo di Renato Nicolai, con cui Cento ha approfondito i discorsi.

Restano in corsa anche Gaetano Condello, ex Viola Reggio Calabria, e più dietro le quinte Mario Ghiacci, ora a Trieste, e più staccato l’outsider Nicolas Panizza, con un recente passato dietro la scrivania a San Severo. Poi sarà la volta anche della nuova guida tecnica.

Jacopo Cavallini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su