Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

"Spal, che gioia Ancora non riesco a crederci"

Latte Lath per la seconda volta decisivo: "Abbiamo lottato tutti contro una big di questo campionato"

stefano
Sport

Stefano

Manfredini

È il terzo gol dall’inizio del campionato per Emmanuel Latte Lath, che da quando è rientrato dal grave infortunio che lo ha costretto a restare a lungo ai box sta diventando un’arma micidiale partendo dalla panchina. Come accaduto poco più di un mese fa a Perugia, una rete in pieno recupero della punta ivoriana ha infatti permesso alla Spal di raggiungere un pareggio a cui in pochi ormai credevano. E come al Curi, il numero 99 ha scatenato la gioia irrefrenabile della squadra di Venturato e soprattutto dei tifosi spallini assiepati nel settore ospiti. "È stata una cosa pazzesca, ancora non ci credo – commenta Latte Lath dopo la partita del Rigamonti –. È la seconda volta che mi succede nel giro di poco tempo, ed è qualcosa di spettacolare. Sono contento, perché abbiamo lottato alla grande contro una squadra forte che sta giocando per vincere il campionato. Abbiamo fatto la nostra partita, raggiungendo il pareggio all’ultimo secondo, quindi non possiamo che essere felici. Non dimentichiamo però che la Spal poteva passare in vantaggio in precedenza, perché prima del gol di Tramoni avevamo creato diverse occasioni. Nel complesso comunque il pareggio è un risultato che ci va bene".

Da quando è tornato a disposizione, Latte Lath ha collezionato sette gettoni. Scendendo in campo dal primo minuto però solo in casa con la Cremonese, mentre contro Monza, Perugia, Alessandria, Cosenza, Lecce e Brescia l’attaccante di proprietà dell’Atalanta è subentrato nella ripresa riuscendo a lasciare il segno. "Personalmente sono molto contento – continua la punta classe 1999 –. Eravamo reduci da un periodo non facile, ma nel corso della settimana qualcosa è cambiato. Ci siamo messi in testa di dover trovare le misure in campo: ci siamo riusciti, e attraverso una prestazione importante è arrivato un risultato prezioso. Questa partita col Brescia ci dà tantissimo sotto ogni punto di vista: ci fa capire che possiamo giocarcela con tutti fino alla fine. E che bisogna dare tutto, giocare con carattere e non mollare fino all’ultimo secondo". Inutile dire che adesso Latte Lath si candida ad un ruolo da protagonista nelle ultime due giornate. Magari partendo dal primo minuto sabato prossimo al Mazza contro il Frosinone, assieme ad uno tra Melchiorri, Colombo, Finotto e Vido. Con la speranza che l’infortunio rimediato da Rossi sia meno grave del previsto.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?