Che spettacolo! Il campionato Primavera 1 è appena cominciato ed è giusto restare coi piedi per terra, ma la prestazione sfoderata da Seck e compagni contro l’Inter fa davvero impressione. Giuseppe Scurto applaude la sua squadra, ricordando però che l’obiettivo resta la salvezza. "Sono molto contento – afferma il tecnico siciliano –. I ragazzi hanno...

Che spettacolo! Il campionato Primavera 1 è appena cominciato ed è giusto restare coi piedi per terra, ma la prestazione sfoderata da Seck e compagni contro l’Inter fa davvero impressione. Giuseppe Scurto applaude la sua squadra, ricordando però che l’obiettivo resta la salvezza. "Sono molto contento – afferma il tecnico siciliano –. I ragazzi hanno dato tutto quello che avevano, fornendo una prestazione importante, di grande intensità. Hanno fatto una grande partita, meritando la vittoria. Mi è piaciuto soprattutto lo spirito di sacrificio e la generosità dei miei giocatori: è questo che più mi fa piacere, al di là del risultato e delle prove individuali. Abbiamo battuto una delle favorite al titolo, ma siamo una neopromossa e il nostro obiettivo rimane mantenere la categoria. In una singola partita, attraverso prestazioni come quella di oggi, ci può stare un risultato come questo, però alla lunga i valori sono destinati ad emergere e sappiamo perfettamente cosa ci aspetta nel corso del campionato. I debuttanti? Hanno fatto molto bene: qualcuno è ovviamente in ritardo di condizione (i vari Raitanen, Attys, Piht e Moro lavorano a Ferrara da un po’, ma sono stati tesserati ieri mattina quindi erano alla prima gara ufficiale in assoluto), però i margini di miglioramento sono ampi. Nel prossimo turno ci toccherà il Torino, prima della sosta, ma non possiamo permetterci di guardare troppo lontano. Dobbiamo vivere alla giornata, affrontando ogni avversario con la giusta determinazione: godiamoci questa vittoria, ma da lunedì bisogna rimettersi al lavoro. Il Mazza? È stato bello giocare in un palcoscenico del genere, una gratificazione anche per i ragazzi. Mi auguro ci saranno anche altre occasioni, ma dalla prossima torneremo a giocare al centro sportivo Gibì Fabbri".

s. m.