Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Top Secret, c’è sempre Treviglio sulla strada che porta ai playoff

Domenica sfida la rivale di cinque gare della scorsa stagione: e le due squadre possono ritrovarsi l’8 maggio

Pacher e Fantoni dialogano in una pausa del match. L’americano non sta ancora bene
Pacher e Fantoni dialogano in una pausa del match. L’americano non sta ancora bene
Pacher e Fantoni dialogano in una pausa del match. L’americano non sta ancora bene

La lotta per il quarto posto tra Ferrara e Chiusi avrà il suo epilogo domenica sera, al termine dell’ultima giornata della fase ad orologio e delle due sfide che vedranno impegnati gli estensi sul parquet di Treviglio e i toscani nel derby regionale con Pistoia. A meno di due settimane dal via dei playoff, la Top Secret può sorridere dopo la vittoria interna con Casale Monferrato che ha sancito l’ennesima prova di forza del gruppo di Leka, capace di andare oltre alla sfortuna e ai malanni fisici. Con un Pacher non al meglio e un Mayfield impreciso al tiro, a trascinare i biancazzurri ci ha pensato Federico Zampini, top scorer dei suoi con 19 punti in 24 minuti di utilizzo.

Determinante pure Danilo Petrovic, che con le sue triple ha tolto il Kleb dalle sabbie mobili in cui si era cacciato a cavallo tra terza e quarta frazione di gioco. Ferrara ha saputo soffrire e ha portato a casa due punti tanto sofferti quanto preziosi, che le consentono di avere un’altra opportunità (l’ultima) per riappropriarsi della quarta piazza. Certo, non tutto dipenderà da Fantoni e compagni, che sono obbligati a vincere a Treviglio ma al contempo devono sperare nella contemporanea sconfitta di Chiusi a Pistoia: incroci non impossibili, ma nemmeno così facili da fare incastrare.

Così, ecco che al momento lo scenario più probabile diventa quello di assistere alla "seconda manche" della serie dell’anno scorso proprio tra Ferrara e Treviglio, coi ferraresi al quinto posto nel girone rosso e i bergamaschi al quarto in quello verde. Ma tutto può di nuovo cambiare negli ultimi quaranta minuti della fase ad orologio, in cui il Kleb spera di riconquistare quella quarta casella che gli permetterebbe di affrontare il primo turno playoff con il fattore campo a favore.

Intanto, qualche spiraglio di luce si comincia ad intravedere sul fronte degli infortuni, perché dopo uno stop di circa due mesi Giovanni Vildera dovrebbe ricominciare a prendere confidenza col parquet già nella giornata di oggi.

Messo fuori causa da una fastidiosa fascite plantare che lo ha costretto pure alle stampelle, il lungo del Kleb riprenderà ad allenarsi con prudenza e gradualità, per arrivare in forma all’inizio dei playoff. In settimana (molto probabilmente giovedì) anche Luca Campani comincerà un lavoro differenziato per rimettersi in sesto dopo l’operazione alla mandibola di due settimane fa: così come per Vildera, l’obiettivo dello staff medico biancazzurro è quello di averlo a disposizione con l’avvio della post season. Restano da monitorare le condizioni di Aj Pacher, sceso in campo con Casale Monferrato nonostante un problema al gomito, pedina troppo importante che il Kleb non può permettersi di avere a mezzo servizio durante la fase decisiva della stagione.

Jacopo Cavallini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?