Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
30 apr 2022

Top Secret, c’è un Vildera in più "Proviamo a prendere il 4° posto"

"Treviglio dispone di giocatori del calibro di Rodriguez e Corbett, senza dimenticare il peso di Brian Sacchetti"

30 apr 2022

Alla vigilia dell’ultima giornata della fase ad orologio, la Top Secret può sorridere per il rientro in gruppo di Giovanni Vildera, fermo da due mesi a causa di una lesione subtotale alla fascia plantare e pronto a dare il suo contributo già dalla sfida di domani con Treviglio, decisiva per il piazzamento playoff dei biancazzurri: "A meno di imprevisti dell’ultima ora sarà dei nostri – conferma l’assistente Nando Maione –, ha iniziato ad allenarsi coi compagni da questa settimana e sta facendo un passettino alla volta. Anche se l’abbiamo trovato un po’ indietro di condizione, lui stesso ci ha detto di sentirsi a suo agio. Per quanto riguarda Fabi e Campani, invece, continuano a fare lavoro differenziato e cerchiamo di recuperarli il prima possibile".

Il match di domani contro l’ex di turno Brian Sacchetti sarà decisivo per entrambe le formazioni: se Treviglio vuole legittimare con una vittoria il quarto posto nel girone verde, Ferrara intende invece strapparlo a Chiusi nel rosso. "L’obiettivo è quello di vincere, come in tutte le partite, e in questo caso puntare al quarto posto – commenta Maione –, ma arrivare quinti non sarebbe assolutamente un dramma. Non dimentichiamoci che questi ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario, è da inizio stagione che stanno tirando la carretta in mezzo a una miriade di problemi fisici, non era una cosa scontata. Si sono sacrificati per tutto l’anno, non tirandosi mai indietro, il quarto posto sarebbe meritato e proveremo a conquistarlo, ma sappiamo che non dipende solo da noi". Che avversario sarà Treviglio? "È una squadra che ha tante soluzioni nell’uno contro uno – conclude l’assistente di Leka –, a partire da giocatori come Rodriguez e Corbett, senza trascurare Miaschi. Lo stesso Sacchetti è un lusso per la categoria. Allo stesso tempo è formazione molto solida, con un quintetto che non ha nulla da invidiare alle prime della classe. In ogni caso dobbiamo pensare a noi stessi, andremo là per imporre la nostra filosofia di gioco".

Jacopo Cavallini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?