Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 mag 2022

Top Secret in ansia per D’Auria E’ stato ricoverato dopo un malore

Il main sponsor Mazzoni: "Ora è a casa in assoluto riposo. Nelle prossime settimane svelerà i piani del Kleb"

27 mag 2022
Il delicato stato di salute di Francesco D’Auria tiene in ansia tutto il mondo Kleb
Il delicato stato di salute di Francesco D’Auria tiene in ansia tutto il mondo Kleb
Il delicato stato di salute di Francesco D’Auria tiene in ansia tutto il mondo Kleb
Il delicato stato di salute di Francesco D’Auria tiene in ansia tutto il mondo Kleb
Il delicato stato di salute di Francesco D’Auria tiene in ansia tutto il mondo Kleb
Il delicato stato di salute di Francesco D’Auria tiene in ansia tutto il mondo Kleb

Sono ore frenetiche quelle che sta vivendo il mondo Kleb Basket, tra la programmazione della prossima stagione sportiva e le condizioni di salute del presidente Francesco D’Auria. È del tardo pomeriggio di ieri, infatti, la notizia del malore occorso alcuni giorni fa al numero uno biancazzurro, che già nei mesi scorsi era stato costretto ad un periodo di riposo dopo aver contratto il coronavirus. Matteo Mazzoni, titolare di Top Secret e main sponsor del Kleb da due stagioni, aggiorna sulle condizioni di D’Auria: "L’amico Francesco è stato colto nella giornata di venerdì 20 maggio da un grave malore a seguito del quale ha dovuto ricorrere alle cure del Pronto Soccorso dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna. Successivamente è stato dimesso e attualmente si trova nella propria abitazione in stato di convalescenza. In questa delicata situazione – recita la nota – il presidente deve osservare assoluto riposo e gli è inibito qualsiasi contatto esterno eccetto l’ambito strettamente familiare. Francesco, giorno dopo giorno, sta migliorando la sua condizione e l’auspicio di tutti è che nelle prossime settimane possa rendersi disponibile per illustrare gli intendimenti e i programmi futuri del Kleb Basket".

Un ostacolo in più nel già delicato scenario che circonda la società estense, in attesa che vengano scoperte le carte e si sappia finalmente qualcosa in più sul consorzio di imprenditori ferraresi disposto a sostenere economicamente il sodalizio del presidente D’Auria. Le condizioni di salute del patron biancazzurro restano la priorità, ma nel frattempo Matteo Mazzoni e Roberto Benini continuano a lavorare sottotraccia per cercare di regalare un futuro più stabile alla pallacanestro cittadina.

Alla cordata di imprenditori capitanata dall’ingegner Riccardo Maiarelli, negli ultimi giorni parrebbe essersi avvicinato anche il numero uno di Giara Assicurazioni Raffaele Cucci, mentre resta da capire l’eventuale coinvolgimento dell’ex patron spallino Simone Colombarini e di altri imprenditori cittadini. I prossimi giorni saranno decisivi, anche perché si avvicinano scadenze importanti, prima tra tutte quella del 31 maggio, termine ultimo per presentare la domanda di iscrizione al prossimo campionato. Il 7 giugno, invece, sarà la data entro la quale andranno sistemate le ultime questioni relative agli stipendi della stagione conclusasi poco meno di due settimane fa, in modo da passare indenni i controlli della Comtec.

Un passaggio questo, importante ma non ancora definitivo per sistemare ogni pendenza e dimostrare di essere pronti a chiudere questa annata ed affrontare la prossima stagione. Intanto, però, il pensiero va al patron Francesco D’Auria, nella speranza di rivederlo a stretto giro di posta in perfette condizioni di salute.

Jacopo Cavallini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?