Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

Tra Spal e Crotone è sempre in ballo la salvezza

Come ai tempi della serie A, biancazzurri e calabresi si sfidano per la permanenza nella categoria. E la tradizione è tutta spallina

Melchiorri festeggiato dopo il gol dell’andata, quando la Spal espugnò lo Scida
Melchiorri festeggiato dopo il gol dell’andata, quando la Spal espugnò lo Scida
Melchiorri festeggiato dopo il gol dell’andata, quando la Spal espugnò lo Scida

Sono passati poco più di quattro anni dallo scontro-salvezza per eccellenza per i tifosi biancazzurri, quantomeno relativamente alla storia recente del club. Stiamo ovviamente parlando di Crotone-Spal 2-3, disputata il 25 febbraio 2018 allo stadio Scida. Curiosamente alle 12,30, lo stesso orario fissato per la gara in programma a Pasquetta tra le squadre di Venturato e Modesto. Una programmazione estremamente discutibile, che senza dubbio non favorisce l’affluenza di pubblico, ma questo è un altro discorso. Dopo sei giornate del girone di ritorno di serie A, per Antenucci e compagni la partita di Crotone rappresentava già una sorta di ultima spiaggia.

Sicuramente lo era per mister Semplici, in bilico già da qualche settimana e costretto a vincere per salvare la panchina e alimentare le speranze-salvezza. Ebbene, al termine di una gara destinata a restare per sempre nella mente dei supporters di casa nostra (grazie alle reti di Antenucci, Simic e Paloschi) la Spal espugnò lo Scida portandosi a -1 dalla squadra di Zenga.

Fu una tappa determinante per riuscire a conservare la categoria, peraltro proprio ai danni del Crotone, che chiuse il campionato in terzultima posizione retrocedendo in serie B assieme ad Hellas Verona e Benevento. Negli anni successivi, i biancazzurri hanno confermato di trovarsi particolarmente a proprio agio nello stadio calabrese. La scorsa stagione passando il terzo turno di Coppa Italia ai calci di rigore contro una squadra che militava in categoria superiore, con Thiam e il debuttante Seck grandissimi protagonisti. Nel match di andata di questo campionato cadetto invece la squadra di Clotet si è imposta allo Scida (1-2) con gol di Melchiorri e Mancosu.

Una partita nella quale la Spal ha sofferto parecchio, riuscendo comunque a sbloccare immediatamente il risultato con una perla dell’ex attaccante del Perugia e poi a blindare il successo in avvio di ripresa col trequartista sardo, per poi subire la rete di Kargbo a tempo quasi scaduto. A Ferrara invece Spal e Crotone si sono affrontate una sola volta, nella settima giornata del campionato di serie A 2017-18. Anche quello era a tutti gli effetti uno scontro diretto che metteva in palio punti preziosi, ma evidentemente meno pesanti rispetto al ritorno. Al Mazza finì 1-1, con gol di Paloschi (entrato al posto dell’infortunato Borriello) prima dell’intervallo e pareggio di Simy nella ripresa.

I precedenti quindi sorridono ai biancazzurri, ma la tradizione favorevole andrà necessariamente confermata lunedì prossimo. Come nel 2018, in ballo c’è la salvezza: questa squadra non resterà nel cuore della gente come quella di Semplici, ma fare bottino pieno e blindare la permanenza in serie B è indispensabile per riaccendere l’entusiasmo e magari gettare le basi per un nuovo ciclo vincente.

Stefano Manfredini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?