Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

Tramec, seconda occasione

Stasera gara 2 a Pistoia. Capitan Ranuzzi: "Recuperiamo in fretta le energie"

Magro e Zilli a rimbalzo
Magro e Zilli a rimbalzo
Magro e Zilli a rimbalzo

Il vantaggio o lo svantaggio dei playoff, dipende da che parte lo si guarda, è che tra una gara e l’altra della serie c’è poco tempo per pensare su ciò che è stato, quindi, per la Tramec, dopo la prima battaglia di domenica, vinta in volata da Pistoia, è diventato automatico proiettare la testa a gara-2, in programma questa sera sempre al PalaCarrara (palla a due ore 20.30). Dopo un primo atto giocato a viso aperto, con la Benedetto in controllo per lunghi tratti del match (in cui ha toccato anche le nove lunghezze di vantaggio a ridosso dell’intervallo), i biancorossi sono crollati nel finale, pagando qualche scelta affrettata di troppo e un paio di errori al tiro che, a giochi fatti, si sono rivelati fatali. A Barnes e compagni rimane comunque la consapevolezza di aver giocato alla pari di un avversario che, nel suo girone di stagione regolare, ha chiuso terzo (dietro solo a Udine e Cantù), dimostrando di saper reggere l’urto con i toscani, e anche riuscendo a metterli in difficoltà, forse più di quanto ci si potesse immaginare alla vigilia di gara-1. "Come ci aspettavamo e, viste le caratteristiche di Pistoia, è stata una partita molto fisica. La loro forza ha fatto la differenza: per limitarli, questa sera, dovremo aumentare il livello della nostra fisicità e trovare ulteriori energie. Sapevamo che sarebbe stata così, per questo dobbiamo lavorare sui dettagli e recuperare le forze –. Con queste parole a fine gara, capitan Alex Ranuzzi, ha voluto analizzare la sconfitta: il primo ko di sempre nei playoff per la Tramec –. In gara-1 ci si studia, e così è stato, a testimoniarlo è stata anche la partita, quasi sempre in equilibrio. Avevamo noi in mano le sorti fino alla bomba di Riismaa, che ha rappresentato il momento chiave della gara, rimettendo in corsa Pistoia, anche a livello emotivo: quella e le due triple di Johnson, sono state le scintille per la loro definitiva rimonta. A noi va il merito di aver condotto la sfida per più di 30 minuti: ora, dobbiamo leccarci le ferite ed essere pronti per questa sera". Tra una partita e l’atra, giusto il tempo di un paio di sedute defaticanti in terra toscana per ricaricare le pile: stasera, c’è subito la chance di riscattare lo 0-1 e allungare la serie che, a prescindere dal risultato di gara-2, venerdì (alle 20.30) si sposterà a Cento. L’eventuale gara-4, si disputerebbe ancora all’ombra del Guercino, domenica prossima. Un bis di sfide casalinghe che la Benedetto sogna, ma che si dovrà guadagnare sul campo, nella bolgia del PalaCarrara.

Giovanni Poggi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?