Bologna, 10 dicembre 2017 - Dopo avere condotto le danze per 38’ di gioco, l’Unieuro è costretta a capitolare dinanzi allo spessore tecnico della Fortitudo, uscendo comunque a testa altissima dalla sfida del PalaDozza. 75-73 il finale in favore dei padroni di casa, al termine di un match in cui la squadra di coach Valli se la è giocata ad armi pari per tre quarti di gara (FOTO).

Unieuro che scende in campo con l’atteggiamento giusto, toccando ripetutamente il +6 (13-19 dopo 7’). La Fortitudo risponde però presente, effettuando il sorpasso in avvio di secondo quarto (26-25), ma Forlì non si dà certo per vinta. Jackson si scalda e i biancorossi trovano il +8 (35-43) a 2’30” dalla pausa lunga.

Forlivesi che, al rientro dagli spogliatoi, proseguono sulla stessa falsariga: la mano non trema dalla distanza e massimo vantaggio sul 49-61. Ultima frazione da dimenticare, però, per l’Unieuro, la cui manovra offensiva si blocca di colpo (appena 6 punti in 9’ abbondanti) e la Fortitudo compie il sorpasso decisivo a 2’10” dalla sirena finale con la tripla in angolo di Mancinelli.