Brescia, 26 novembre 2017 - L’Unieuro non riesce a sfatare il tabù trasferta e, in un finale punto punto a punto, cade anche sul campo di Brescia per 88-85 contro l’Agribertocchi Orzinuovi penultima della classe.

La partita non parte nel migliore dei modi per Forlì che, in avvio, si trova subito sotto: Raffa crea gioco e Valenti schiaccia in solitaria il canestro del 15-8, poi Sollazzo firma il 17-8. La reazione dei biancorossi, però, non si fa attendere: il duo Bonacini-Fallucca propizia il controbreak di 2-10 che fissa il punteggio sul 19-18 della prima sirena.

Secondo quarto, stesso spartito: ancora Raffa propizia l’allungo iniziale dei lombardi (26-20 al 12’), ma l’Unieuro risponde ancora presente e, trascinata da Naimy e da capitan Castelli, firma un nuovo controbreak di 12-3 che porta il punteggio sul 29-32 del 15’.

Dopo la pausa lunga, dopo lunghi minuti di equilibrio, ancora Forlì prova la fuga: sull’asse Castelli-Jackson arrivano due bombe consecutive che portano il punteggio sul 49-58 al 27’, ma i lombardi rintuzzano subito, colpendo nel pitturato.

Nell’ultimo quarto, le due formazioni procedono a braccetto dopo che Zambon e Raffa con un fulminante 6-0 hanno riportato il punteggio in parita al minuto 36’. Il finale è tutto ad appannaggio degli stranieri in campo: il gioco da tre punti di Strautins potrebbe sparigliare le carte, ma Jackson e Naimy tengono viva la partita. L’hombre del partido, però, è Anthony Raffa (33 punti con percentuali incredibili) che tiene sempre avanti i suoi. A chiuderla, però, è Touré, che dalla lunetta, chiude la questione, rendendo inutile la bomba finale di Jackson.