Unieuro Forlì batte Andrea Costa Imola (Frasca)
Unieuro Forlì batte Andrea Costa Imola (Frasca)

Forlì, 20 aprile 2019 - Non sono mancate le emozioni nel derby dell’ultima giornata del campionato di A2: l’Unieuro batte l’Andrea Costa Imola per 100-97 dopo un tempo supplementare, conquistando così il sesto posto in classifica grazie alla contemporanea sconfitta di Roseto. Al primo turno playoff, i biancorossi affronteranno Rieti.

Davanti ad un Palafiera silente (vista la contestazione degli ultras nel primo quarto per i mancati chiarimenti avuti dopo i fatti occorsi nel post partita di Mantova, quando c’erano stati screzi tra gli americani della squadra e i tifosi), è subito Imola a portarsi avanti con i canestri pesanti di Crow e Bowers (6-13), ma Forlì resta in scia grazie alle iniziative di Marini e ad un volitivo De Laurentiis. Alla prima sirena, così, il tabellone recita 21-24.

Il secondo quarto prosegue sulla falsariga del primo, con Forlì che prima sembra scappare, portandosi sul 34-30 grazie ad un paio di giocate di Kenny Lawson, salvo poi farsi nuovamente riacciuffare a causa di un paio di perse sanguinose. Giachetti e De Laurentiis, però, provano nuovamente a suonare la carica, ma un buon Bj Raymond e un ispirato Magrini mantengono saldo l’equilibrio, come testimonia il risultato dell’intervallo: si va al riposo, infatti, sul 44-44.

La ripresa parte con errori banali e difese disattente: Giachetti la tira in tribuna, Crow sbaglia in solitaria in contropiede, ma l’equilibrio non sembra rompersi, nonostante il passare dei minuti. Al 25’ la partita prende fuoco: Raymond si becca col pubblico forlivese e accend un Palafiera fin lì sonnecchiante. Da questa situazione, però, sono Le Naturelle a prendere vantaggio: con 6-0 di parziale propiziato da Emanuele Rossi, infatti, la squadra di Di Paolantonio si porta avanti sul 60-65 al 28’. Ci pensa però Giachetti a ristabilire le distanze, firmando il 66-66 pari a pochi secondi dalla sirena del 30’, ma è Crow sulla sirena a siglare il 66-69 del 30’.

Nell’ultimo quarto, è ancora Imola a provare la fuga: un paio di perse forlivesi, un paio di canestri di Crow, poi tecnico a Nicola e canestrissimo di Fultz. Al 33’, il tabellone recita 70-79 e sembra fatta per l’Andrea Costa. L’Unieuro, però, non molla: sono Giachetti e Marini a tenere accesa la fiammella con un paio di canestri di grande peso (80-84 al 37’). Si entra nell’ultimo con il 2/2 dalla lunetta di Diliegro che impatta il punteggio a quota 84. Gli ultimi possessi si infrangono sul ferro: è overtime.

Nel supplementare, le squadre si rispondono colpo su colpo: Giachetti segna la bomba che dà il vantaggio pesante a Forlì, Raymond dalla lunetta la pareggia. A 16” dal gong, però, è capitan Bonacini, dalla lunetta, a firmare il 97-95. Dall’altra parte Imola sbaglia l’ultima rimessa, poi manca anche il rimbalzo sul -3 che avrebbe potuto dare l’ultimo tiro. La vittoria, invece, va a Forlì.