Yuval Naimy (Foto Frasca)
Yuval Naimy (Foto Frasca)

Forlì, 11 marzo 2018 - Vittoria senza appello per l’Unieuro che batte l’Agribertocchi Orzinuovi per 96-82 al termine di una gara sempre in controllo, chiudendo, nei fatti, il discorso salvezza (FOTO). La partita inizia sui binari dell’equilibrio: Raffa e Ghersetti danno il primo vantaggio a Orzinuovi (4-8 al 4’), ma sono due bombe consecutive di Severini e i liberi di Jackson a ribaltare il risultato (19-12 al 7’) di un match che resta comunque senza padrone.

Nel secondo quarto, le percentuali si abbassano, ma Forlì ne approfitta per provare ad allungare: due bombe di Naimy, una bella collaborazione tra Diliegro e Jackson ed ecco che, al 14’, il tabellone recita 33-26 per i biancorossi. La partita finalmente si anima: Scanzi si accende, Jackson risponde, ma il libero di Strautins riporta il distacco ad un solo possesso (35-32 al 16’). Dura poco però: il quintetto di Valli reagisce prontamente ed ecco che, con la bomba di Severini, l’Unieuro vola sul 49-37, firmando un break di 11-2 contro una Orzinuovi paralizzata.

All’intervallo, il tabellone recita un 56-44 che dice molto dei limiti difensivi della squadra lombarda. I primi cinque minuti della ripresa sono il festival dell’orrore, con le due formazioni che sbagliano cose banali su entrambi i lati del campo. Da questo momento di empasse, Orzinuovi sembra poterne far tesoro, con quattro punti consecutivi di Ghersetti che portano il punteggio fino sul 62-52 al 25’. Due siluri di Jackson e Naimy, però, danno fiato all’Unieuro, riportandosi sul +16 (68-52 al 26’). Nell’ultimo quarto, non succede granché: gli ospiti cercano faticosamente di trovare la via del canestro, mentre Naimy, dall’altra parte, trova la via del canestro con facilità, poi ancora Severini, dall’angolo, segna la bomba del +20 (87-67 al 35’), aprendo di fatto il sipario a 5’ di puro garbage time, in cui a nulla servono i tardivi tentativi di rimonta di Orzinuovi.