Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Memorial Sirotti, vince il Forlì. Cesena ko 2-0

Successo dei biancorossi, a segno con Cortesi nel primo tempo e Sabbioni nella ripresa. I bianconeri falliscono un rigore

di MARCO LOMBARDI
Ultimo aggiornamento il 4 agosto 2018 alle 22:44
Il gol di Cortesi (Foto Fantini)

Forlì, 4 agosto 2018 - E' il Forlì ad aggiudicarsi il terzo 'Memorial Silver Sirotti', incontro amichevole tra Forlì e Cesena dedicato alla figura dell'eroe forlivese che nel 1974 sacrificò la propria vita nel tentativo di salvare alcuni passeggeri del treno Italicus, bersaglio di un attentato. L'antipasto di un derby di campionato che tornerà a riproporsi a distanza di quasi cinquant'anni termina con una limpida vittoria dei padroni di casa, che s'impongono 2-0. Primo tempo giocato a ritmi discreti, benché zavorrato dal caldo opprimente. Meglio il Forlì, ordinato e intraprendente, che capitalizza la propria supremazia al 41':

Graziani imbecca in area Cortesi, che resiste a una carica e, da distanza ravvicinata, fulmina Passaniti. Girandola di cambi nella ripresa, disputata al piccolo trotto. Al 25' 'dormita' della retroguardia di casa: Alessandro piomba in area e viene steso da Nigretti. Rigore. S'incarica della trasformazione lo stesso Alessandro, che spreca tutto calciando alle stelle. Gol sbagliato, gol subito. Al 33' ripartenza 'mortifera' orchestrata da Zabre: dal limite dell'area l'attaccante aversano serve a rimorchio Sabbioni, che chiude i giochi con un tracciante chirurgico a mezza altezza. Convincente la prova offerta dal Forlì, che ha mostrato già una propria fisionomia, ma test da prendere con le molle e lungi dall'essere un collaudo affidabile: dall'altra parte c'era una squadra imballata, largamente incompleta e in piena fase di costruzione.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.