Forlì, 4 agosto 2018 - E' il Forlì ad aggiudicarsi il terzo 'Memorial Silver Sirotti', incontro amichevole tra Forlì e Cesena dedicato alla figura dell'eroe forlivese che nel 1974 sacrificò la propria vita nel tentativo di salvare alcuni passeggeri del treno Italicus, bersaglio di un attentato. L'antipasto di un derby di campionato che tornerà a riproporsi a distanza di quasi cinquant'anni termina con una limpida vittoria dei padroni di casa, che s'impongono 2-0. Primo tempo giocato a ritmi discreti, benché zavorrato dal caldo opprimente. Meglio il Forlì, ordinato e intraprendente, che capitalizza la propria supremazia al 41':

Graziani imbecca in area Cortesi, che resiste a una carica e, da distanza ravvicinata, fulmina Passaniti. Girandola di cambi nella ripresa, disputata al piccolo trotto. Al 25' 'dormita' della retroguardia di casa: Alessandro piomba in area e viene steso da Nigretti. Rigore. S'incarica della trasformazione lo stesso Alessandro, che spreca tutto calciando alle stelle. Gol sbagliato, gol subito. Al 33' ripartenza 'mortifera' orchestrata da Zabre: dal limite dell'area l'attaccante aversano serve a rimorchio Sabbioni, che chiude i giochi con un tracciante chirurgico a mezza altezza. Convincente la prova offerta dal Forlì, che ha mostrato già una propria fisionomia, ma test da prendere con le molle e lungi dall'essere un collaudo affidabile: dall'altra parte c'era una squadra imballata, largamente incompleta e in piena fase di costruzione.