Forlì, 6 marzo 2017 – Bardelloni risponde a Baraye, e il Forlì esce dal catino del Tardini con un punto che vale oro.

Il Parma voleva solo i tre punti per rimanere in scia al Venezia, il Forlì un risultato per costruire la salvezza diretta. La sfida che ne esce è uno scontro tiratissimo, con diversi capovolgimenti di fronte, belle azioni e altrettante spettacolari parate.

Passa appena un minuto e Calaiò spinge, Conson spazza. Al 10’ invece è Corapi a provarci, allarga per Baraye ma nessuno raccoglie il suo cross. Al 14’ si fa vedere anche il Forlì: Ponsat sradica la palla a Lucarelli, ma il tiro è una telefonata. Su Scozzarella al 24’ invece Turrin vola. Alla mezz’ora angolo ducale: Conson lascia colpevolmente libero Lucarelli che colpisce di testa, ma ancora Turrin salva di piede. Al tramonto della prima frazione l’occasione più ghiotta per i galletti: Capellini guadagna una punizione, Sereni batte e il cross è una pennellata per Succi che sfiora solo.

Inizia il secondo tempo e il Parma passa: Scaglia cambia sponda per Baraye che controlla e batte Turrin sull’angolo lontano. Al 62’ Sereni batte una punizione, ma Succi prima, Tentoni poi e Capellini per ultimo non ne approfittano. All’84 è Bardelloni a non impattare il pallone dell’1-1, su invitantissimo cross di Tentoni. Cinque minuti dopo il ‘muflone’ tira fuori il coniglio dal cilindro: uno-due con Tentoni e botta a fil di palo. Nel recupero poi i galletti sfiorano addirittura il colpaccio, ma sarebbe troppo.