Un'azione di Forlì-Sporting Franciacorta (foto Frasca)
Un'azione di Forlì-Sporting Franciacorta (foto Frasca)

Forlì, 1 settembre 2019 - Esordio al cardiopalma per i galletti che acciuffano allo scadere il pari dopo essere andati sotto 2-0 contro lo Sporting Franciacorta, ambiziosa squadra lombarda. E per i tifosi dalle coronarie forti, da segnalare la poderosa incornata di Minella nel recupero salvata da un balzo felino del portiere ospite, che avrebbe regalato addirittura la posta piena.

Paci con la squadra al completo, schiera il solito rombo, con Ballardini a destra in difesa, al posto dello squalificato Zamagni e in avanti Souare a fare coppia con Minella. Prima frazione da dimenticare con i biancorossi fuori giri: i lombardi mettono Giorgino in regia e sono pericolosi, sopratutto sulle palle alte. E' il giovane numero uno Baldassarri con almeno 4 poderose parate a tenere in partita i romagnoli.

Al 2' l'incornata di Rossi fa scattare i riflessi di Baldassarri che mette in angolo. Al 9' testa di Ruffini e ancora Baldassarri vola sotto la traversa. Al 26' ancora Giorgino su punizione pesca sulla destra Ruffini che al volo appoggia in porta, ma Baldassarri neutralizza. Il Forlì si fa vedere alla mezz'ora con Baldinini che la mette al centro per il destro al volo di Souare, Arrighi si salva d'istinto. I Galletti capitolano al 42': ennesima punizione di Giorgino, sponda di Laner e Rossi la mette dentro da pochi metri.

Nella ripresa scende in campo un altro Forlì, abile a manovrare palla a terra e le occasioni, questa volta per i biancorossi, si sprecano: in apertura Favo due volte prende le misure con diagonali che sfiorano il palo. Ancora Minella che calcia debole e Souare che la mette dentro, ma in fuorigioco millimetrico, prima del raddoppio ospite all'unico affondo della ripresa: dal piede dell'ex-Bardelloni nasce un delizioso taglio per Zugno che entra in area e supera Baldassarri. La gara sembra chiusa, ma i galletti tirano fuori energie inaspetate e al 36' accorciano: Ballardini da destra cambia gioco per Bonandi che di piatto angola e mette dentro. A un minuto dal 90' i biancorossi pareggiano: taglio millimetrico di Bonandi per Minella che entra in area e supera Arrighi. In pieno recupero, con gli ospiti sulle gambe, sfuma il sogno colpaccio: sgroppata sulla sinistra di Galanti e incornata poderosa di Minella sotto la traversa, ma il giovane Arrighi salva il risultato con un balzo felino.

 

Il tabellino

Forlì-Sporting Franciacorta 2-2

FORLI' (4-3-1-2): Baldassarri; Ballardini, Biasiol, Sedioli, Marzocchi (1'st Pastorelli); Gkertos (1'st Galanti), Favo, Baldinini (26'st Pacchioni); Bonandi; Souare (22'st Gomez), Minella. A disp. De Gori, Zabre, Albonetti, Vesi, Ferraro. All. Paci.

SPORTING FRANCIACORTA (4-3-3): Arrighi, Fiorentino, Ruffini (37'st Mangiarotti), Laner, Rossi, Ferri, Bitihene (32'st Farimbella), Giorgino, Bertazzoli (22'st Bardelloni), Andreoli (13'st Zugno), Zambelli (20'st Guerini). A disp. Festa, Lamberti, Torri, Cavalleri. All. Ghidoni

Arbitro: Lipizer di Verona

Reti: 42'pt Rossi, 33'st Zugno, 36'st Bonandi, 44'st Minella

Note: spettatori 500 circa, ammoniti Biasiol, Ballardini, Pastorelli, Bardelloni, Paci angoli 4-4 recupero 1'+6'
 

Le parole di mister Paci

Difficile stabilire se il punto guadagnato all'esordio contro lo Sporting Franciacorta, una delle favorite per la vittoria finale, sia risultato positivo o meno, considerando che, nel corso dei 90 minuti i galletti hanno operato una vera e propria metamorfosi.

Dall'approccio “timido” della prima frazione, al rientro dopo l'intervallo, dove i biancorossi si sono trasformati in leoni, tenendo sempre il gioco e sfiorando nel recupero addirittura il ribaltone. Merito delle parole usate nello spogliatoio da mister Paci? “Sono contento di quanto visto in campo - esordisce il tecnico -, ho solo sostituito i due ragazzi che mi sembravano un po' in difficoltà e dato la carica agli altri. Considerando che giocavamo contro una delle squadre più forti del girone sono contento di averli limitati e avere prodotto una reazione di carattere. Sapere reagire è l'ingrediente principale per fare un buon campionato. C'e da dire che nel primo tempo siamo stati un po' tesi; forse c'era ancora qualche fantasma dello scorso anno. Loro ci sono stati superiori sopratutto nei tiri piazzati, anche perchè possono contare su un giocatore come Giorgino che ci ha fatto soffrire. Poi, nella ripresa sono calati anche fisicamente mentre noi siamo riusciti a venire fuori e a sfiorare la vittoria. Devo comunque ringraziare il pubblico che è stato favoloso: non hanno smesso un secondo di incitarci anche quando siamo andati sotto. E' anche grazie a loro che abbiamo trovato le forza per reagire”.

Sulle scelte tecniche, il tecnico marchigiano argomenta in questo modo: “Vista la squalifica di Zamagni ho scelto Ballardini perchè davanti aveva un brutto cliente come Bitihene e volevo contare su un giocatore di esperienza, ma Galanti nella ripresa ha giocato bene. Per quanto riguarda l'attacco ho scelto Souare al posto di Gomez perchè i nostri avversari erano meno veloci in difesa per cui volevo usare lo scatto di Moussa”.

A proposito del Guineano biancorosso, da rivedere più e più volte le immagini del gol annullato: il fuorigioco se c'era, era davvero questione di millimetri: “Sono partito in linea, anzi forse addirittura dietro - giura il giovane attaccante romagnolo -; peccato perchè sull' 1-1 sarebbe stata un'altra partita e avremmo avuto più possibilità di vincerla”. L'appuntamento con la vittoria è rimandato a domenica prossima, quando i galletti affronteranno la prima di due trasferte consecutive a Lentigione. Brutta tegola l'infortunio di capitan Baldinini, probabile stiramento del quadricipite destro: martedì l'ecografia darà maggiori informazioni sui tempi di recupero.