Artusiana, la manifestazione unisce gastronomia e intrattenimento (Frasca)
Artusiana, la manifestazione unisce gastronomia e intrattenimento (Frasca)

Forlimpopoli, 11 giugno 2021 - Non poteva certo mancare all’appuntamento del compleanno di Pellegrino Artusi, il 4 agosto, la Festa Artusiana che, per il secondo anno consecutivo, sposta lo svolgimento, a causa della pandemia di coronavirus, alla prima settimana di agosto, invece che nella canonica collocazione di fine giugno.
 

Alla luce dei segnali positivi rispetto al contrarsi della pandemia, l’amministrazione comunale di Forlimpopoli ha così ufficializzato la XXV edizione della Festa Artusiana, da sabato 31 luglio a domenica 8 agosto. Il programma è in via di definizione con i suoi protagonisti storici: le associazioni culturali e di volontariato, Casa Artusi, le associazioni di categoria, i produttori agricoli, gli esercenti e i ristoratori. Per ora si sa che la manifestazione interesserà l’intero centro storico, privilegiando la ristorazione da seduti e prevedendo delle apposite aree spettacolo, sempre da seduti, a partire da quella di piazza Fratti, cioè la corte interna della rocca. In programma anche diversi eventi delle celebrazioni per il bicentenario artusiano, avviate la scorsa estate e in corso per tutto il 2021, oltre ad appuntamenti specificamente dedicati a ‘raccontare’ la cucina sulla scorta dell’insegnamento di Artusi come la manifestazione ‘Tramonto divino’ e gli show cooking.
 

"La Festa Artusiana – conferma la sindaca Milena Garavini – non è una semplice festa paesana, ma è una delle forme in cui si esprime più immediatamente l’anima della nostra città, il suo senso dell’ospitalità e della convivialità, il suo saper fare della cucina non solo un’occasione di piacere, ma anche di incontro e di confronto. Per questo anche nei momenti più difficili, come quello della scorsa estate, non abbiamo voluto rinunciarci, né potevamo farlo ovviamente quest’anno, con la situazione pandemica in lento ma costante miglioramento. La Festa Artusiana sarà quindi ancora una volta e ancora di più una festa dedicata al gusto non solo del cibo ma anche dello stare insieme, al piacere della condivisione della stessa tavola, non solo in senso gastronomico. Avremo come sempre tante proposte gastronomiche ma anche tante occasioni di incontro di natura culturale e per questo desideriamo ringraziare fin d’ora tutte le associazioni, imprese e realtà, compresi gli uffici comunali, che continueranno a collaborare con noi nelle prossime settimane alla costruzione della XXV edizione della festa, cui invitiamo fin d’ora tutti gli amanti della convivialità".