Giulio Rapetti in arte Mogol
Giulio Rapetti in arte Mogol

Castrocaro (Forlì), 9 giugno 2019 - Sarà Giulio Rapetti, in arte Mogol, l’ospite d’onore della terza e ultima giornata del Festival della Canapa, in corso al parco fluviale di Castrocaro Terme e Terra del Sole (ingresso da via Favelli). Questa sera alle 21.15 l’autore dei testi dei più grandi successi di Lucio Battisti, sarà protagonista di un appuntamento sospeso tra parole e musica, e intratterrà i presenti con racconti e aneddoti sul sodalizio umano e professionale con il musicista di origini reatine, scomparso nel 1998. Milanese, 82 anni, Mogol rivisiterà la genesi di canzoni che hanno scritto la storia della musica italiana da Un’avventura a Emozioni, da 29 settembre a Non è Francesca, fino a Balla Linda e Io vivrò. Testi ispirati a episodi della quotidianità, ai sentimenti più intimi, alle esperienze della vita «di cui ogni essere umano è professionista».

Tra i tanti racconti sotto i riflettori non potranno mancare quelli sugli esordi e sulle iniziali perplessità dei vertici della casa discografica Ricordi sulle interpretazioni di Battisti, sulla meticolosità dell’amico nello studio dei brani, su un rapporto intenso e fraterno, avviato a metà degli anni Sessanta e conclusosi nel 1980, quando le strade dei due artisti si separarono. L’intervento di Mogol, che sarà accompagnato dalla storica band di Battisti, sarà preceduto dal live dei musicisti Monica P. e Giacomo Toni e si concluderà con l’esecuzione del brano simbolo ‘Il mio canto libero’. L’ultima giornata del Festival, che si aprirà questa mattina alle 11, prevede la presenza di numerosi espositori, artigiani e stand gastronomici. L’ingresso costa 5 euro, i bambini fino ai 12 anni entrano gratuitamente.