Forlì, 29 aprile 2021 - È stata inaugurata oggi la mostra ‘Dante la visione dell’arte’ che da domani aprirà al pubblico negli spazi dei Musei San Domenico di Forlì, visitabile fino all’11 luglio. L’esposizione, realizzata dalla Fondazione Carisp di Forlì in collaborazione con gli Uffizi di Firenze, è nata nel contesto delle celebrazioni per il settimo centenario dalla morte di Dante, indaga non solo la poetica dell’artista fiorentino, ma anche l’influenza che il suo sguardo ha esercitato nel corso del tempo influenzando arte, letteratura e pensiero.

Nelle sale dei musei San Domenico sono esposte oltre 300 opere, tra le quali quelle di artisti quali Giotto, Cimabue, Beato Angelico, Tintoretto e Canova.

false

“Siamo di fronte a un’esposizione di indescrivibile portata – ha commentato il sindaco Gian Luca Zattini – che esprime pienamente il percorso di crescita compiuto dalla nostra comunità in sedici anni di grandi mostre”.

Anche il presidente uscente della Fondazione Roberto Pinza è intervenuto durante l’inaugurazione: “In un anno come questo per noi sarebbe stato più facile dire ‘non è possibile’. Il pubblico avrebbe capito. Siamo noi, piuttosto, che non abbiamo voluto accettare di arrenderci interrompendo quella continuità che abbiamo portato avanti per tanto tempo”.

Il microfono poi è passato a Mauro Felicori, assessore alla cultura dell’Emilia-Romagna: “Tutta la Regione è grata a Forlì per il ruolo pionieristico che sta avendo nell’ambito delle celebrazioni dantesche”.

Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt è arrivato a Forlì da Firenze per salutare una mostra che è stata fortemente voluta: “Dante ha usato l’espressione ‘uscire a riveder le stelle’ e qui rivediamo finalmente le stelle dell’arte, dimostrando che non solo le grandi mostre possono esistere ancora in un periodo come questo, ma che, addirittura, possono essere più grandi di prima”.

L’ultima parola è del curatore Gianfranco Brunelli che, prima di illustrare le sezioni che compongono l’esposizione, ricorda la genesi dell’idea: “Nel 2019, parlando con Schmidt, mi chiese cosa avrei voluto fare nel 2021. ‘Non Dante: lo faranno tutti’, risposi, e lui replicò che invece avrei dovuto puntare proprio su Dante per darne una visione inedita e che, anzi, l’avremo fatto insieme. Oggi posso dire che aveva ragione”.

Mostra Dante Forlì: gli orari

La mostra  ‘Dante la visione dell’arte’ è visitabile da lunedì a venerdì con l'oraio 9.30-19.00 mentre sabato, domenica, giorni festivi con l'orario 9.30-20.00. La biglietteria chiude un’ora prima.


Informazioni e prenotazioni al numero 199.15.11.34. Riservato a gruppi e scuole: tel. 0543 36217

Mostra Dante Forlì: biglietti

Ecco i prezzi e le informazioni utili sui biglietti della mostra. Intero € 13,00.

Ridotto € 11,00 per gruppi superiori alle 10 unità, minori di 18 e maggiori di 65 anni, titolari di apposite convenzioni, studenti universitari con tesserino

Speciale € 5,00 per scolaresche delle scuole primarie e secondarie, bambini dai 6 ai 14 anni

Biglietto speciale famiglia € 26,00 valido per l’ingresso di due adulti e fino a tre minori (fino ai 14 anni)

Biglietto integrato € 15,00 (intero) - € 13,00 (ridotto) per visitare la mostra insieme ai Musei Civici di Forlì (Pinacoteca Civica e Palazzo Romagnoli - Collezioni del Novecento)

Biglietto cumulativo Forlì-Ravenna: un unico biglietto per visitare insieme le mostre dantesche di Forlì e di Ravenna (“Le Arti al tempo dell’Esilio”) € 17,00 (singolo) - € 50,00 (famiglia)

Gratuito per bambini fino ai 6 anni, un accompagnatore per ogni gruppo, diversamente abili con accompagnatore, due accompagnatori per scolaresca, giornalisti con tesserino, guide turistiche con tesserino

Il biglietto comprende le radioguide (obbligatorie per i gruppi) e le audioguide (disponibili anche in inglese; versione speciale per bambini). Il servizio di audioguide è disponibile anche in versione virtuale, da utilizzare tramite apposita APP, che andrà scaricata sul proprio smartphone il giorno stesso della visita alla mostra.