Forlì, 23 agosto 2018 – Il secolare platano di Carpinello sarà il protagonista, insieme ad altre maestose alberature, di una passeggiata organizzata dal Comitato di quartiere Carpinello, Villa Rotta e Castellaccio che si svolgerà il prossimo sabato 1 settembre. Il ritrovo è fissato per le 15,30 presso la sede del Comitato in via Cervese 221/c, mentre la passeggiata prenderà il via alle 16. A condurre la camminata raccontata saranno Gian Luca Laghi, autore del libro 'Storia del verde di Forlì', e da Gabriele Zelli.

Durante il percorso, lunghezza 3 km, si potranno ammirare alcuni vecchissimi alberi che permetteranno di raccontare storie legate a queste presenze, sia di carattere umano, che economico. Le prime alberature degne di nota che si incontreranno saranno degli antichi gelsi che testimoniano di quando queste piante erano diffusissime nelle nostre zone, poiché le foglie erano utilizzate per foraggiare l'allevamento del baco da seta; un'attività che ha caratterizzato il territorio forlivese a livello nazionale per decenni con risultati economici importanti da metà dell'Ottocento fino ai primi decenni del Novecento.

La meta della camminata sarà il platano di Carpinello. Un albero che si erge solitario in mezzo ai campi coltivati subito dopo l'abitato. Si tratta di un platano orientale (Platanus orientalis) di dimensioni eccezionali, con una circonferenza di oltre sei metri e un'altezza di circa trenta metri. La chioma si espande su una superficie di una decina di metri quadrati e l'età secondo alcuni è di 200 anni. Si consiglia di calzare scarpe adatte all'occasione e, se la giornata sarà calda, di portare una bottiglietta di acqua e un copricapo. In caso di pioggia l'iniziativa verrà rinviata. Per informazioni: Aureliano 3485241485.