Achille Abbondanza
Achille Abbondanza

Forlì, 31 agosto 2018 – Domani, 1° settembre, si concluderà a Forlì il tour di 'Pedalando l’Italia senza perdere un respiro', manifestazione sportiva promossa dalla Federazione Italiana Fibrosi Polmonare Idiopatica (e Malattie Rare Polmonari, nell’ambito dell’iniziativa 'Fitness for Breath' giunta alla sua seconda edizione.

Un viaggio in bicicletta da Roma a Forlì per informare e sensibilizzare su cosa siano l’IPF e le altre malattie rare polmonari, con l’obiettivo di sostenere e mettere in contatto chi ha questa malattia e di consolidare il legame fra le varie associazioni.

Dopo il grande successo del tour dello scorso anno, Achille - 46 anni, con diagnosi di IPF dal 2016 - è ripartito il 26 agosto da Roma con la sua bicicletta elettrica, percorrendo questa volta l’Italia da sud a nord, pedalando per 500 km in sette giorni, facendo tappa a Perugia e Ancona. Achille, con grande forza e determinazione, una bombola di ossigeno, un saturimetro, e con un camper di appoggio, ha pedalato ogni giorno per una media di circa 70/80 km e arriverà domani a Forlì, ultima tappa del tour.

“Il mio modo per lottare contro l’IPF e combatterla, è fare molta attività sportiva – afferma Achille Abbondanza – soprattutto con la mia bicicletta. Anche quest’anno tutti insieme vogliamo dimostrare che l’IPF non può fermarci, e vogliamo farlo pedalando”.

“Vogliamo diffondere più informazioni per far conoscere l’IPF e le altre malattie polmonari - dichiara il Presidente Fimarp Fabrizio Andreotti - sottolineare l’importanza di una diagnosi precoce e della ricerca scientifica. L’obiettivo di 'Fitness for Breath' è anche quello di mettere in contatto e supportare tutte le persone con IPF che ogni giorno sfidano con coraggio questa malattia. Insieme ad Achille, hanno partecipato a questa iniziativa tanti pazienti, familiari, ciclisti, infermieri, dottori e ricercatori, che hanno contribuito a diffondere un messaggio di solidarietà e di lotta contro l’IPF”.

“L’IPF è una malattia ancora poco conosciuta, che ruba progressivamente il respiro - dichiara Matteo Buccioli, Vicepresidente FIMARP e Presidente dell’Associazione Morgagni Malattie Polmonari di Forlì – attraverso iniziative come questa ci auguriamo di poter aumentare la conoscenza di questa patologia e di favorire la condivisione delle esperienze contrastando il senso di solitudine che spesso colpisce chi ne soffre”.

L’IPF è una malattia rara e difficile da riconoscere, che lascia senza fiato i pazienti che ne soffrono, e rende faticoso compiere anche le cose più semplici, come camminare o fare le scale. La diagnosi di IPF arriva in media con un ritardo di circa 2 anni dalla comparsa dei primi sintomi, molto simili a quelli di altre malattie respiratorie. Un tempo troppo lungo che, sommato al ritardo terapeutico, si ripercuote sul paziente, che solo nel 50% dei casi sopravvive più di 2-5 anni dalla diagnosi.

Il programma della giornata del 1° settembre prevede la partenza di Achille alle ore 9 da Cervia e l’arrivo a Forlì in piazza Saffi alle ore 11. All’arrivo è prevista una cerimonia di benvenuto con le autorità locali e l’assessore allo sport del Comune di Forlì. Durante la cerimonia Achille racconterà il suo viaggio e presso un apposito info-point sarà distribuito materiale informativo e saranno realizzate spirometrie gratuite. La giornata si concluderà con un aperitivo solidale rivolto a tutti i ciclisti intervenuti.