Si avvicina la riapertura dello scalo Ridolfi, percorso reso più difficile dalla pandemia
Si avvicina la riapertura dello scalo Ridolfi, percorso reso più difficile dalla pandemia

Forlì, 17 marzo 2021 - Rimane confermato, al momento, il volo che inaugurerà la ripresa dell’attività all’aeroporto Ridolfi. La data da cerchiare sul calendario è quella di martedì 30 marzo, giorno in cui un aereo della compagnia italiana Ego Airways decollerà dall’aeroporto Fontanarossa di Catania alle 18.40 per atterrare a Forlì alle 20.50. Se, Covid-19 permettendo, non ci saranno modifiche a quanto detto, è previsto, all’arrivo dell’aereo, il cosiddetto bagno delle ali, rituale beneaugurante che si concretizza nell’innaffiare d’acqua queste parti del velivolo.

La ripresa, seppur con tutti i limiti del caso, dell’attività del nostro aeroporto, sarebbe un segnale incoraggiante sia per gli investitori (la società di gestione F.A. srl) sia per l’intero territorio. La pandemia ha già causato il rinvio dell’evento Meet & Fly, inizialmente fissato per domani; la nuova data sarà giovedì 29 aprile. Non cambierà, informa Forlì Airport srl, il format della giornata: quel giorno, dalle 10 alle 20, l’aeroporto Ridolfi sarà aperto alle compagnie aeree, alle aziende, alle agenzie di viaggi e al pomeriggio al pubblico (gli ingressi per queste visite sono già stati programmati e verranno confermati quelli che erano in programma questo giovedì). Ego Airways al momento, oltre a quello per Catania, garantisce collegamenti anche verso Lamezia Terme, Bari, Brindisi e Cagliari. In realtà il volo destinato a battezzare il ritorno dei passeggeri al Ridolfi doveva essere il Forlì-Monaco di Baviera (inizialmente previsto il 1° dicembre 2020) di Air Dolomiti, compagnia aerea italiana di Lufthansa. L’appuntamento, sempre a causa della pandemia, è stato rinviato a data da destinarsi.

Air Dolomiti fa sapere che al momento non ci sono informazioni precise sull’avvio dei voli, che indicativamente dovrebbe coincidere con il mese di maggio. L’altra compagnia che volerà dall’aeroporto è la greca Lumiwings, che consentirà di andare verso diverse città: Palermo, Trapani, diverse località della Grecia (Rodi, Corfù, Cefalonia) e nell’Est Europa (Katowice e Lodz in Polonia), Praga, Odessa (Ucraina), Craiova e Arad (Romania). Stando al sito della compagnia, e alla luce dell’emergenza Covid-19, sono stati posticipati a marzo e aprile tutti i voli nazionali e internazionali garantiti dalla compagnia di volo, che allo stesso tempo promette rimborsi a chi aveva acquistato biglietti. Insomma, quello del 30 marzo potrebbe essere il primo tassello di un percorso, decisamente accidentato, verso una piena ripresa dell’attività dello scalo cittadino. A pesare sul numero degli spostamenti futuri sarà, giocoforza, anche la progressiva immunizzazione della popolazione.