Quotidiano Nazionale logo
7 apr 2022

Ancora scatoloni di aiuti a tinte giallo-celesti

Non si fermano le iniziative di solidarietà dei forlivesi. A Forlimpopoli i bambini ucraini e le loro famiglie potranno salire gratis sulle giostre

Continuano le iniziative di solidarietà per i profughi ucraini. Nella giornata di oggi, grazie a un accordo tra Forza Italia e gli operatori del Luna Park della Segavecchia di Forlimpopoli, i bambini e le loro famiglie giunti dall’Ucraina potranno giocare, gratuitamente, nelle giostre presenti alla manifestazione; il tutto sarà possibile dalle 14 alle 17 (per prenotare il proprio biglietto gratuito: 334.3206644). "Per noi diventa un momento di grande attenzione nei confronti dei bambini che, insieme alle loro famiglie, vivono questa situazione drammatica", dichiara Massimo Viroli, coordinatore provinciale Forza Italia Seniores.

Spostiamoci a Meldola, paese dal quale è partito sabato un secondo carico di beni raccolti da Alpini, Croce Verde, Protezione Civile e Avis, per complessivi 30 quintali. "Sia io – dichiara il presidente dell’Avis, Franco Bernardi – che il consiglio di amministrazione intendiamo ringraziare i nostri iscritti che hanno rinunciato al loro pacco natalizio, donandolo alle persone di nazionalità ucraina. Ai pacchi si è aggiunto quanto raccolto in questi giorni: 30 kg di pasta". In Ucraina finiranno anche olio, tonno, olive, pesche sotto spirito. Il materiale è stato raccolto al Molino Neri, in via Mazzini. Venerdì, grazie all’impegno di altri soggetti (Caritas, Croce Verde, gruppo scout e aziende private, per citarne alcuni), alla chiesa di San Francesco sono stati distribuiti 200 pacchi alimentari a famiglie bisognose.

Si è infine conclusa nei giorni scorsi la raccolta di cibo e medicinali per l’Ucraina organizzata dalle associazioni genitori dell’Istituto Comprensivo n. 4 ’Annalena Tonelli’ di Forlì. "È stato un gesto di grande fratellanza, un abbraccio virtuale verso la popolazione ucraina martoriata dalla guerra e ha coinvolto tutte le famiglie dell’istituto comprensivo che sono sempre molto attive e partecipi alle iniziative di solidarietà", spiegano i diretti interessati.

Nei 150 scatoloni raccolti nei plessi Maroncelli, Manzoni e Dante Alighieri non c’erano solo prodotti alimentari e cibi in scatola, ma anche materiale sanitario di primo soccorso (bende, cerotti e disinfettante), prodotti per la prima infanzia, abbigliamento, coperte e alimenti per animali che sono stati consegnati alla comunità ucraina presente sul territorio forlivese. Gli scatoloni sono stati caricati su un camion diretto in uno dei tanti centri di accoglienza in Polonia e da lì smistati alle famiglie bisognose di aiuto e sostegno.

Confermati infine dalla Regione i 6.500 euro per un progetto di Comune e Comitato per la lotta contro la fame nel mondo per un progetto di sostegno umanitario agli ucraini.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?