Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Armando De Girolamo eletto nuovo presidente di AssoFerr

Noto per i suoi investimenti a Villa Selva dove nel 2009 ha sviluppato lo scalo merci attraverso la sua azienda Lotras

Armando De Girolamo guiderà AssoFerr per il biennio 2022-24
Armando De Girolamo guiderà AssoFerr per il biennio 2022-24
Armando De Girolamo guiderà AssoFerr per il biennio 2022-24

L’imprenditore Armando De Girolamo è stato eletto presidente di AssoFerr, associazione degli operatori ferroviari e intermodali costituita da imprese nazionali ed estere che sviluppano un volume d’affari annuo di 3,5 miliardi di euro e una forza lavoro di oltre 5mila dipendenti. De Girolamo guiderà l’associazione per il biennio 2022-2024. L’imprenditore è noto per i suoi investimenti a Villa Selva, dove ha dato vita (nel 2009) e sviluppato lo scalo merci attraverso la sua azienda Lotras. "Per il territorio questo incarico assegnato ad Armando De Girolamo – afferma il deputato di Italia Viva, Marco Di Maio –, è un’opportunità che si aggiunge a quelle di cui già beneficiamo per gli investimenti che Lotras ha fatto in questi anni, per la presenza dello scalo merci e di un operatore così importante per la logistica delle merci in Italia".

Questo perché dal ruolo di presidente di AssoFerr, De Girolamo "sarà interlocutore privilegiato di tutti i vertici delle istituzioni del settore, ad ogni livello". Nei giorni scorsi, poi, Lotras ha ricevuto il premio Economy Nsa Award 2022, il prestigioso riconoscimento per le imprese che coniugano legalità e profitto. Riservato alle aziende italiane che hanno ottenuto il rating di legalità nelle diverse classi di fatturato, premia quelle realtà produttive nazionali che si sono sapute distinguere nel declinare congiuntamente la solidità economica con la correttezza e l’osservanza delle regole. Aziende oneste e vincenti, dunque, destinatarie del premio promosso ed organizzato da Economy Group, società editrice della testata Economy, in collaborazione con Nsa, società leader nella mediazione creditizia.

"L’intuizione che abbiamo avuto anni fa di aprire una forte interlocuzione con l’allora governo Renzi di riaprire la partita dello scalo merci di Villa Selva e di altri investimenti assieme alla Lotras di De Girolamo – conclude Di Maio –, si è rivelata felice non solo per i risultati dello scalo, ma anche perché abbiamo portato in Romagna un imprenditore solido, in termini finanziari e di principi, che ha generato indotto e opportunità. Continuiamo a investire su logistica e infrastrutture, da cui passa letteralmente il futuro delle nostre comunità".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?