Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Bertinoro, festa dell'ospitalità. Un centinaio gli ospiti del rito / FOTO

Si è svolta stamattina la chiamata alla colonna. Guarda le foto

Ultimo aggiornamento il 2 settembre 2018 alle 20:15
Il sindaco, Gabriele Fratto

Bertinoro, 2 settembre 2018 – Fra ospiti illustri e semplici curiosi, sono stati circa un centinaio le persone che hanno preso parte questa mattina al rito dell'Ospitalità a Bertinoro. Alle anella della colonna eretta in piazza della Libertà erano legate le buste contenenti i nomi delle famiglie o delle associazioni che avrebbero poi ospitato il 'forestiero' per il pranzo domenicale (FOTO).

Preceduto dal corteo storico e dalle esibizioni degli sbandieratori di Forlimpopoli, il rito è stato condotto dal sindaco, Gabriele Fratto, e dal vice sindaco, Mirko Capuano, che hanno accolto anche le delegazioni dei comuni gemellati o amici di Bertinoro provenienti da Germania, Austria, Svezia e Francia; in particolare erano presenti i Compagnons de Beaujolais nei loro caratteristici costumi.

Ieri sera, in occasione dell'immissione delle nuove bottiglie nella riserva storica dei Sangiovesi di Romagna, la congregazione francese ha fatto entrare due nuovi adepti: lo stesso vice sindaco di Bertinoro insieme al presidente dell'associazione italiana sommelier Romagna, Roberto Giorgini. “Abbiamo dovuto giurare sul rispetto delle tradizioni – ha spiegato il vice sindaco – dei nostri territori, della storia e della cultura. Tutto quello che vogliamo promuovere e trasmettere con la festa dell'Ospitalità”. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.