Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Borse di studio per i giovani musicisti ucraini

Nuova iniziativa annunciata dal Comune a cura dell’Istituto musicale Masini. Il coordinatore Di Tella: "Solidarietà e difesa della cultura"

Continua purtroppo la guerra e non si fermano così le iniziative in favore dell’Ucrainia e dei suoi rifugiati, anzi anche nel nostro territorio se ne aggiungono delle nuove. La vicinanza tra Forlì e l’Ucraina da ieri, infatti, ha anche un ulteriore e importante risvolto musicale. Nello specifico, il Comune di Forlì ha reso noto che si sta attivando un progetto riservato agli studenti di musica in arrivo dall’Ucraina, che cercano rifugio dalla guerra nella nostra città.

Coinvolto direttamente in questa iniziativa è l’Istituto musicale Angelo Masini, il cui completo sostegno al progetto si sotanzierà innanzitutto mettendo a disposizione borse di studio per accogliere nei propri corsi studenti ucraini di ogni età, provenienti da analoghi percorsi formativi. L’intento è quello di garantire loro il diritto allo studio e assicurare continuità alle rispettive esigenze di istruzione. Il progetto ha radici umane e culturali.

"L’iniziativa – spiega il coordinatore del Masini, Pierluigi Di Tella (nella foto) – trova le sue motivazioni nei valori di solidarietà, di pace, della civile convivenza fra i popoli ma anche in difesa della cultura, dell’arte e della musica in particolare". La musica è "un linguaggio universale che supera ogni barriera – aggiunge Di Tella – e possiede uno straordinario potere unificante che annulla ogni diversità".

Nell’ambito proprio di questa iniziativa e per assecondare quindi simili finalità, si segnala che è già stata inserita nel corso di Canto della professoressa, Wilma Vernocchi, il noto soprano forlivese, una studentessa proveniente dal Conservatorio di Kiev.

Stefania Navacchia

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?