Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
28 lug 2022

Castrocaro, Tonellato al vetriolo contro Billi

L’ex prima cittadina non ci sta e si affida a Facebook per replicare alle parole del sindaco: "L’ecocentro? Progetto nostro, sapevamo che partiva in autunno"

28 lug 2022
L’ex sindaca Marianna Tonellato ha risposto punto per punto a Billi (Frasca)
L’ex sindaca Marianna Tonellato ha risposto punto per punto a Billi (Frasca)
L’ex sindaca Marianna Tonellato ha risposto punto per punto a Billi (Frasca)
L’ex sindaca Marianna Tonellato ha risposto punto per punto a Billi (Frasca)
L’ex sindaca Marianna Tonellato ha risposto punto per punto a Billi (Frasca)
L’ex sindaca Marianna Tonellato ha risposto punto per punto a Billi (Frasca)

Sono parole infuocate quelle che l’ex sindaco di Castrocaro Terme e Terra del Sole Marianna Tonellato rivolge su Facebook al suo successore Francesco Billi, dopo l’assemblea pubblica di lunedì. L’occasione, per il nuovo governo locale, per informare i cittadini sull’eredità ricevuta e sui primi passi compiuti a un mese esatto dell’insediamento in consiglio. "Leggo e sento dichiarazioni esilaranti" l’esordio della Tonellato, che si ritiene offesa per il modo in cui Billi descrive il territorio comunale, "come una delle peggiori bidonville del terzo mondo. Ma risiedendo a Meldola forse non ha ancora ben chiaro il paese che amministra" la stilettata dell’ex prima cittadina.

A seguire l’attuale capogruppo di opposizione passa in rassegna alcune affermazioni di Billi, a partire da quelle sulla palestra. Secondo il neo sindaco saranno necessari altri 12 mesi per ultimare la struttura e la spesa di ulteriori 600mila euro "per non bloccare un cantiere a rischio stallo". Ritardi, frutto dell’aumento dei costi delle materie prime ma anche di "un passo più lungo della gamba".

"Detto da chi voleva costruire un palazzetto dello sport e ha promesso in campagna elettorale una piscina, la cosa è alquanto ironica" scrive la Tonellato, che rivendica altresì la paternità del piano antenne e dell’ampliamento dell’area ecologica. "Il progetto – aggiunge – è stato fatto dalla nostra amministrazione e sapevamo che sarebbe partito in autunno. Caldeggio una visione della data del protocollo apposta sul progetto". Stesso discorso per gli sfalci dell’erba e per l’utilizzo dell’avanzo di bilancio per finanziare potature e asfalti. "È incredibile la prontezza intellettiva di chi non sa che erano voci già previste dall’ufficio tecnico mesi e mesi prima. Non è dato sapere nulla di welfare, scuola e turismo, evidentemente non sono importanti".

La chiusura è pesantissima: "Qui non c’entra il caldo, qui c’entra il populismo di chi, evidentemente, mangia salsiccia e suda (allusione a una recente uscita di Matteo Salvini, ndr), ma non reintegra i sali minerali e soprattutto non ha onestà intellettuale e rispetto verso i propri cittadini". L’uscita ha scatenato un diluvio di commenti: c’è chi solidarizza con l’ex sindaco, politici di ieri e oggi come Elide Rusticali e Maria Maltoni, che individua un parallelismo tra la giunta Billi e quella forlivese di Zattini; altri internauti rinvengono invece nel risultato delle urne la chiara volontà dei castrocaresi di voltare pagina. Non manca chi, invece, invita i contendenti a cooperare per il bene del territorio. Dal canto suo, Billi non replica, limitandosi a dire: "La campagna elettorale è finita e i risultati sono noti. Chi ha intenzione di collaborare, sa dove trovarci: la porta è aperta".

Francesca Miccoli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?